Il sindaco Bucci nuovo commissario di Genova (ma vuole far ricostruire il ponte ad Autostrade)

di Redazione | 04/10/2018

risultati elezioni comunali genova

A quasi due mesi dal crollo del ponte Morandi e a quasi un mese dalla presentazione di un decreto legge che, in realtà, è stato messo a punto soltanto qualche settimana dopo per via di reticenze sulle coperture e sul nome del commissario addetto alla ricostruzione, questo ruolo è stato finalmente assegnato. Sarà il sindaco di Genova Marco Bucci a guidare la struttura speciale che avrà il compito di vigilare sulle corrette operazioni di ricostruzione del ponte.

LEGGI ANCHE > Il decreto Genova senza puntini. Dove il ponte (forse) lo paghiamo noi

Il commissario per la ricostruzione del ponte Morandi sarà Marco Bucci

L’ok è arrivato da fonti qualificate all’agenzia Ansa e sul suo nome ci sarebbe anche la convergenza di Giovanni Toti, il presidente della Regione Liguria che, nei primi momenti, aveva gestito di persona l’emergenza, che si era candidato a rivestire questo ruolo, ma che è stato costretto a cedere sul nome del primo cittadino della città della Lanterna.

Nei giorni scorsi era circolato anche il nome di Claudio Gemme che, tuttavia, aveva incontrato il parere negativo del Movimento 5 Stelle. Ora, il discorso sembra chiuso in favore di Marco Bucci, che ha avuto un ruolo chiave in tutta la gestione dell’emergenza dopo il crollo del Ponte Morandi lo scorso 14 agosto.

Marco Bucci e quell’idea sul ruolo di Autostrade nella ricostruzione

Tuttavia, Bucci – da amministratore locale – ha anche una propria idea su come dovrà avvenire questa ricostruzione, un’idea che non piace al governo che vorrebbe escludere la società Autostrade da qualsiasi responsabilità sulla ricostruzione. Di parere opposto, invece, Marco Bucci che meno di tre settimane fa affermava candidamente: «È scritto nel contratto di concessione che Aspi deve ricostruire le infrastrutture danneggiate durante la sua gestione a meno che dal Governo non venga un decreto preciso. A oggi ho un’offerta sola per la ricostruzione del ponte Morandi, nel momento in cui ne arrivasse un’altra la valuterei».

Nel frattempo cosa è successo? Marco Bucci ha cambiato idea sulla questione? L’assegnazione di un ruolo così dedicato presuppone la massima sintonia con il governo. Staremo a vedere cosa succederà nei prossimi giorni.

(Foto: ANSA / LUCA ZENNARO)