A 104 anni operata al femore, si rimette in un batter d’occhio: «Bevo due birre al giorno»

di Gaia Mellone | 28/09/2018

Una supernonnina: solo così può essere definita la signora di 104 anni di Taranto che ha mostrato una ripresa da record dopo essersi rotta un femore. Il segreto? Due bicchieri di una nota birra tarantina. Al giorno. 

La signora, nata a Taranto nel 1914, è arrivata nei giorni scorsi all’ospedale di SS.Annunziata di Taranto per sottoporsi ad un’operazione. La donna era inciampata in casa e si era fratturata il femore sinistro: un tipo di incidente che capita spesso alle persone anziane, che spesso non riescono a recuperare più la mobilità completa. Così però non è stato per la donna centenaria. Dopo il ricovero in Pronto Soccorso, la donna è stata portata alla Struttura di Ortopedia e Traumatologia, diretta dal dott. Lorenzo Scialpi, la cui equipe ha proceduto con l’intervento inserendo una protesi d’anca.

L’intervento è perfettamente riuscito e la ripresa della paziente è stata eccellente. L’Asl in una nota ha sottolineato che «si tratta di una dimostrazione che l’età anagrafica non sempre corrisponde all’età biologica». La signora non solo ha superato tranquillamente l’intervento, ma si è anche rimessa in piedi in gran velocità. Lo conferma l’Azienda sanitaria locale facendo sapere che la paziente ha ripreso a camminare già la mattina successiva all’intervento. Svelato anche quello che potrebbe essere il suo segreto: «Nell’anamnesi la signora ha precisato che mangia tutto e che ha l’abitudine di bere ogni giorno due birre di una nota marca tarantina». A questo punto, la Raffo – la birra prodotta nella città di Taranto – non potrà che sceglierla come testimonial.

LEGGI ANCHE >Come vivere fino a cent’anni

(credits immagine: pixabay CC0 Creative Commons)