dogman
|

Dogman di Matteo Garrone rappresenterà l’Italia agli Oscar

Quest’anno la concorrenza era molto agguerrita. Tra le 21 pellicole candidate a rappresentare l’Italia alla prossima cerimonia degli Oscar che si svolgerà a Hollywood il prossimo 24 febbraio 2019, la scelta è caduta su Dogman, di Matteo Garrone. Superata la concorrenza degli altri film che cercavano di ottenere l’ambito riconoscimento: esserci rappresenta già un grandissimo risultato.

LEGGI ANCHE > Dogman, la madre della vittima del canaro contro il film

L’Italia agli Oscar con Dogman di Garrone: ecco i concorrenti superati

Gli iscritti alla selezione, oltre al film di Garrone, erano A casa tutti bene di Gabriele Muccino, Caina di Stefano Amatucci, Come un gatto in tangenziale di Riccardo Milani, Dove non ho mai abitato di Paolo Franchi, L’esodo di Ciro Formisano, L’età imperfetta di Ulisse Lendaro, Il figlio sospeso di Egidio Termine, Lazzaro felice di Alice Rohrwacher, Manuel di Dario Albertini, Napoli velata di Ferzan Ozpetek, Nome di donna di Marco Tullio Giordana, Quanto basta di Francesco Falaschi, La ragazza nella nebbia di Donato Carrisi, Riccardo va all’inferno di Roberta Torre, Sembra mio figlio di Costanza Quatriglio, Una storia senza nome di Roberto Andò, Sulla mia pelle di Alessio Cremonini, La terra dell’abbastanza di Damiano e Fabio D’Innocenzo, The place di Paolo Genovese e Tito e gli alieni di Paola Randi.

L’Anica ha selezionato Dogman di Matteo Garrone

È stata l’Associazione nazionale industrie cinematografiche, audiovisive e multimediali (Anica), che ha ricevuto le candidature, a scegliere la pellicola da inviare all’Academy per quest’anno. Grandi attese per il film di Matteo Garrone, che colleziona questo prestigioso riconoscimento. Vincitore di 8 Nastri d’argento, Dogman è stato anche in concorso al Festival di Cannes.

La storia, liberamente ispirata alla vicenda dell’omicidio del criminale e pugile dilettante Giancarlo Ricci (il celebre ed efferato delitto del canaro, consumatosi a Roma nel 1988) ha fatto centro nell’Associazione nazionale delle industrie cinematografiche che ha voluto proporla al grande pubblico internazionale degli States. Il film, che ha Marcello Fonte nel ruolo di protagonista, è pronto a sbarcare all’Academy.