Gli ignobili commenti alla bufala sul volo di Laura Boldrini: «Per me la Boldrini è disabile mentale»

di Enzo Boldi | 21/09/2018

Bufala volo Boldrini

Il gioco è bello quando dura poco. Ed è ancora meno bello quando a condividere bufale – senza cercare minimamente di conoscere la verità dei fatti – sono esponenti politici di rilievo che fagocitano il proprio elettorato diffondendo delle fake news. L’ultimo caso è stato quello di Laura Boldrini e del suo volo Alitalia da Roma a Genova. Una delle tante è stata Paola Taverna, vicepresidente del Senato in quota 5 Stelle.

LEGGI ANCHE > La carta d’imbarco della Boldrini dimostra che quello che vi hanno raccontato è una bufala

I social sono pericolosi e come spesso accade, i commenti a determinate notizie denigratorie – e senza fondamento – diventano ignobili, scatenando lo zoo dei leoni da tastiera. Gli insulti personali – e anche poco divertenti – rivolti all’ex presidente della Camera Laura Boldrini sono l’evidente segnale di un degrado che prosegue inesorabile, complice l’immunità di cui gli utenti su Facebook credono di avere.

Bufala volo Boldrini
commenti sotto al post di Paola Taverna

Bufala volo Boldrini, i commenti e la condivisione di Paola Taverna

C’è chi si diverte a questi commenti, come si vede dalle reaction, ma c’è veramente poco da ridere. L’attacco personale, fatto di giudizi senza senso, perlopiù su una notizia falsa – come già ieri aveva scritto proprio sui social Laura Boldrini -, priva di fondamento e basandosi sul racconto pubblicato da newsbiella e ripreso da Dagospia e – ovviamente – da Il Giornale.

Bufala volo Boldrini, lo zoo dei leoni da tastiera sui social

Condividere e commentare cose senza sapere se si stia parlando di una cosa realmente accaduta sembra essere la nuova patologia del Terzo Millennio. Una deriva che porta a insultare tutto e tutti, solo per il gusto di dimostrare alla platea dei social di essere dei grandi attori comici. Ma il palco di Facebook e Twitter non è la realtà e come spesso succede ci si trova di fronte a bufale su bufale che diventano una verità, solo perché la smentita fa meno rumore della (non) verità diffusa. Come accaduto ieri a Laura Boldrini.

(foto di copertina: da profilo Facebook di Paola Taverna)