Per Bonisoli gli under 18 non sono under 25

di Enzo Boldi | 13/09/2018

No, non è una supercazzola, anche se pare grottesco. Il Ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli ha smentito le parole – pubblicate e diffuse – dal Corriere della Sera che ha pubblicato oggi la sua intervista esclusiva. Ha spiegato che quando parlava di under 25 non faceva riferimento alla fascia d’età 0-25 anni, ma a quella 18-25. Per capirlo, evidentemente, occorreva essere nella sua testa e non abbandonarsi a una semplice logica matematica. Sta di fatto che il Ministro ha spiegato che i minorenni continueranno a entrare gratis nei musei.

LEGGI ANCHE > Il Ministro Bonisoli decide di far pagare i musei anche ai bambini

«Non mi ha mai sfiorato l’idea di far pagare un biglietto ai minori di 18 anni – spiega Alberto Bonisoli -, come hanno scritto superficialmente alcuni, senza verificare le reali intenzioni di questo ministero. Quello che vogliamo è andare incontro ai ragazzi e far crescere la fame di cultura». La superficialità di alcuni, però, va a collidere con quanto scritto dal Corriere della Sera, che ha riportato le risposte del Ministro sul tema giovani e musei.

Alberto Bonisoli e la logica matematica che non è superficialità

Insomma, la toppa più grande del buco, come spesso capita agli esponenti di questa maggioranza di Governo. Leggendo e riportando fedelmente le parole del Ministro al Corriere della Sera, non si trova da nessuna parte il riferimento al fatto che per lui gli under 18 sono diversi dagli under 25. Una non chiarezza che, ovviamente, agendo per pura logica, non ha portato a considerare l’eventualità che Bonisoli potesse intendere una cosa diversa dalla mera logica matematica.

Intervista Alberto Bonisoli

Alberto Bonisoli, gli under 18 entreranno gratis ai musei

E dopo un lungo peregrinare, forse siamo riusciti ad arrivare a capire in cosa consiste questo cambiamento tanto caro al Ministro. «Mi vedo costretto a ribadire, per i meno attenti, in cosa consiste il piano per musei e siti che sono sotto il controllo diretto del Mibac – spiega Bonisoli -. Tutti i minorenni entreranno gratis sempre. I giovani dai 18 ai 25 anni pagheranno due euro sempre, tranne nei giorni in cui sono previsti ingressi gratuiti. In quel caso, ovviamente, godranno della condizione di maggior favore».