Cina, 11 morti per fuoristrada sulla folla: «Ha agito per rivalsa verso la società» | VIDEO

di Gianmichele Laino | 13/09/2018

Hengyang

Un gesto sconsiderato, che non avrebbe nulla a che vedere con il terrorismo di matrice islamica (che ci ha abituati nel corso del tempo ad azioni del genere), ma che sarebbe stato compiuto semplicemente per motivi di «rivalsa nei confronti della società». È salito a 11 il bilancio delle vittime di Yang Zanyun, il 54enne che a Hengyang ha lanciato – nella giornata di ieri – un fuoristrada sulla folla. Completano il tragico elenco anche 44 feriti.

LEGGI ANCHE > Attacco all’ambasciata Usa a Pechino, fermato un 26enne | VIDEO

Hengyang, la matrice dell’attacco con un fuoristrada

L’attacco si è verificato nella centralissima piazza di Mishui, parte della cittadina di Hengyang nella provincia di Hunan. Le autorità hanno identificato l’assalitore, che a quanto pare aveva già dei precedenti per traffico di droga, furto e aggressione. L’uomo ha agito in maniera del tutto autonoma ed è stato preso in consegna dalle autorità locali, proprio sul luogo del delitto.

Sono state diverse le immagini e i video diffusi sui social network: decine di persone, inseguite dal fuoristrada, hanno cercato di mettersi in salvo negli edifici e nelle strade parallele rispetto al luogo della strage.

Il video della strage a Hengyang

Non si tratta del primo atto del genere commesso in Cina. Nel corso dei mesi precedenti, singole azioni come questa sono state ripetutamente segnalate dalle autorità e dai media locali. Tuttavia, nessuna è ascrivibile a una minaccia terroristica che, in ogni caso, spaventa il governo cinese. Quest’ultimo ha intensificato i controlli specialmente nelle regioni del Tibet e nella provincia occidentale dello Xinjang, dove hanno sede diverse minoranze etniche.

In ogni caso, quello di Hengyang può essere classificato come gesto isolato di un folle. Tragico e drammatico: i morti e le scene di panico non verranno facilmente dimenticati dagli abitanti dell’area.

[Screenshot del video pubblicato dall’account Twitter @InfosFrancaises]

TAG: Hengyang