Toninelli ci insegna l’italiano e spiega il significato del termine «pressione»

di Enzo Boldi | 05/09/2018

Toninelli pressioni

Le sue dichiarazioni – non tanto per il contenuto, ma per le parole usate – hanno acceso una bagarre in aula, ma Danilo Toninelli è un uomo tutto di un pezzo e acculturato. Per questo motivo stamani ha tenuto a precisare cosa sono le «pressioni», il significato del termine «pressione» che ha utilizzato ieri a Montecitorio (per parlare del suo coraggioso atto di rendere pubblici i testi dei contratti di concessione tra lo Stato italiano e Autostrade per l’Italia).

 

LEGGI ANCHE > Marco Travaglio dà ragione al PD contro Toninelli

 

«Non è un sinonimo di minaccia,  ma è semplicemente una spinta a fare o non fare qualche cosa – ha spiegato Danilo Toninelli in un’intervista a Radio InBlu, emittente di riferimento della Cei -. In questo caso era a non pubblicare, io me ne sono sinceramente fregato, sono stato mandato in Parlamento per fare quello che gli altri non hanno mai fatto e abbiamo pubblicato i documenti».

Toninelli dal Mit al Miur, ci insegna il significato del termine «pressioni»

Il linguista Toninelli non ha tutti i torti, anche se il tono con cui ha fatto questo proclama e l’accezione comune del termine «pressione» ha, giustamente, provocato le reazioni dei deputati e della gente comune. Leggendo, infatti, il lemma sul vocabolario dell’Enciclopedia Treccani, il valore simbolico della parola usata da Toninelli può generare incomprensioni: «Nell’uso comune, azione o serie di azioni, per lo più svolte con l’intervento di chi ha autorità o forza o influenza, con le quali si cerca d’influire sulla volontà altrui per ottenere qualche cosa (a cui si abbia o no diritto)».

Il Ministro non spiega da chi ha ricevuto quelle «interne»

Messo da parte il vocabolario, il Ministro delle Infrastrutture preferisce (ancora) mantenere il riserbo sui nomi di chi gli ha fatto queste «pressioni interne». Nel corso dell’intervista a Radio InBlu, ha spiegato che quelle esterne sono arrivate dalle diffide presentate al Mit da Autostrade per l’Italia, come aveva già scritto su Facebook il 27 agosto, ma non ha dichiarato nulla sul ruolo che gli altri membri del Governo hanno avuto in questa faccenda. Toninelli ha lanciato il sasso e continua a nascondere la mano.

(Foto di copertina da archivio Ansa. Credit immagine: ANSA / ANGELO CARCONI)