«Espulsione per chi commette reati». Le dichiarazioni di Salvini diventano realtà

di Gaia Mellone | 31/08/2018

La questura di Roma ha emesso il decreto di espulsione per il 37enne del Bangladesh che aveva violentato una turista danese a Rimini domenica notte. Nelle stesse ore Matteo Salvini dichiara di voler inasprire le normative commentando il fermo a Montegranaro.

LEGGI ANCHE >Stupro Jesolo, fermato giovane senegalese. Salvini: «Verme che non si può espellere»

«È mia ferma intenzione, già col decreto sicurezza che sarà pronto a settembre, bloccare l’iter o revocare lo status di protezione per coloro che si macchiano di reati gravi, inasprendo le norme che al momento sono troppo blande e permissive. La pacchia è finita». Sono le parole del vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini, che così commenta l’arresto nei giorni scorsi di un migrante. Il 25enne pakistano, ospite di una comunità di Porto Sant’Elpidio, adescava giovani ragazze contattandole sui social, per farsi inviare foto e video osé. Usava poi il materiale per ricattare le giovani obbligandole ad avere rapporti sessuali con lui. È stato arrestato con le accuse di detenzione continuata di materiale pedopornografico e di violenza sessuale aggravata in danno di minori infraquattordicenni.

(Credit Image: © Matteo Nardone/Pacific Press via ZUMA Wire)