Massimiliano Allegri su Genova
|

Allegri su Genova:« Tutti molto bravi a parlare»

Il tecnico della Juve Massimiliano Allegri commenta la scelta di sospendere le partite durante la conferenza stampa alla viglia del debutto di Cr7. «Credo che sia stata giusta la decisione di non fare giocare Genoa e Samp» dice, e la Juve giocherà comunque nel giorno di lutto nazionale.

Allegri, «Noi ci adeguiamo, c’è molto da fare»

«Noi ci adeguiamo» ha dichiarato Allegri in merito alle decisioni relative alla prima di campionato,e aggiunge che la sua squadra giocherà anche in onore delle vittime della tragedia di Genova: «Giocheremo sabato nel giorno del lutto nazionale, lo dobbiamo fare.  Cosi’ hanno deciso, lo faremo nel rispetto e nella vicinanza a chi ha subito la tragedia». Interrogato sulla tragedia del crollo del ponte di Genova e tutte le successive polemiche, Allegri ha invitato ad un po’ di rispettoso silenzio perché  «su cosa e’ successo ci sono poche parole da dire, quelle dette sono tutte superflue. Sono tutti bravi a parlare, credo che ci sia molto da fare».

LEGGI ANCHE> Ora basta, ascoltate con rispetto il silenzio di Genova

Allegri, «Non c’è solo CR7»

Una parola è stata spesa anche per la vigilia del debutto Juventino di Cristiano Ronaldo, acquistato a inizio Agosto. «Non dobbiamo cadere nell’errore che c’è Ronaldo e vinciamo per forza, lui ci aiuta a vincere se la squadra gira». Allegri ricorda che il famoso Cr7 non è un messia ma «è un valore aggiunto» in una squadra che negli ultimi 4 anni ha giocato «due finali di Champions e ha vinto quel che c’era da vincere», aggiungendo che è il momento di «mettere da parte il periodo di eccitazione per l’arrivo di grandi giocatori e del più grande di tutti» e di «tornare con i piedi per terra, tenere un profilo basso».

LEGGI ANCHE> Il primo saluto di Cristiano Ronaldo alla Juventus:«Ciao Italia, como estai?» | VIDEO

(credits foto copertina : Ansa/Emilio Andreoli)