Qualcuno a Venezia vuole regalare la bandiera del Veneto ai neonati

di Redazione | 11/08/2018

Veneto

La proposta del consigliere regionale del Veneto Gabriele Michieletto, eletto con la Lista Zaia, ha tutti i presupposti per essere classificata come una boutade di mezza estate. Il bilancio della regione previsto per il 2019 ci dirà se l’idea di regalare ai neonati veneti una bandiera con il leone di San Marco si trasformerà in una solida realtà.

LEGGI ANCHE > Il Sole 24 Ore contro Di Maio che ha smentito, senza leggere, l’intervista di Tria

Regione Veneto, bandiera di San Marco per tutti neonati

Perché Michieletto pare proprio intenzionato a portare avanti la sua proposta, come riporta il Gazzettino:

Se passerà la proposta di Gabriele Michieletto, consigliere regionale della lista Zaia famoso più per aver diffuso lo slogan “Ara che so stufo” che per l’attività a palazzo Ferro Fini, la regione dovrà stanziare 50mila euro all’anno per regalare a ogni nato in Veneto una bandiera col Leone di San Marco. Lo prevede una proposta di legge che peraltro non distingue tra veneti figli di veneti e figli di immigrati magari senza cittadinanza italiana. La norma proposta è chiara: “I sindaci dei Comuni della Regione del Veneto consegnano la bandiera veneta ai nati nella Regione nel corso dell’anno precedente”. Bandierone a tutti quanti.

Bandiera Veneto, parla Michieletto

Michieletto ha commentato così la proposta del bandierone: “La bandiera è il simbolo di una nazione, lo stendardo dinanzi al quale una comunità riconosce se stessa, il vessillo sul quale si fonda l’identità di un popolo. E non vi è dubbio alcuno che la bandiera con il Leone di San Marco venga associato universalmente e in maniera indissolubile al Veneto, alla sua storia e alla sua Repubblica millenaria. Da questa considerazione nasce il mio disegno di legge regionale: il 25 marzo, nella giornata della Festa del Popolo Veneto, i sindaci consegnino ai nuovi nati in Veneto la bandiera del Leone di San Marco“.

(Foto credits: Ansa)