Le dimissioni non bastano, ora Di Maio vuole denunciare il deputato velista Andrea Mura

di Redazione | 05/08/2018

Andrea Mura

Sabato 4 agosto è stato il giorno in cui Andrea Mura, il deputato velista M5S accusato di grave assenteismo, ha dato le proprie dimissioni da parlamentare affermando di essere stato vittima di un pesantissimo “linciaggio mediatico”.

LEGGI ANCHE > Il deputato velista Andrea Mura espulso dal M5S si è dimesso da parlamentare

Andrea Mura a rischio denuncia Luigi Di Maio

Ora, nonostante abbia allontanato le voci su un suo possibile ingresso nel gruppo Misto per continuare a godersi l’immunità parlamentare, i vertici del Movimento 5 Stelle vogliono denunciare lo stesso Mura per danno d’immagine. E l’ordine, come riporta il Corriere della Sera, sarebbe arrivato direttamente dal capo politico M5S Luigi Di Maio nonostante qualche apprezzamento sia arrivato da alcuni deputati grillini:

Non ha apprezzato, invece, Luigi Di Maio, che ha fatto sapere di avere dato incarico di intraprendere azioni legali a tutela del Movimento “per danno d’immagine”. Dalle istituzioni alle aule giudiziarie. Mura si dice vittima di un “linciaggio mediatico” scatenato da “accuse ignominiose basate su fatti inesistenti che nessuno ha mai voluto verificare”. Assenteismo? “Ho partecipato alla stragrande maggioranza delle sedute della Camera, sono mancato solo a 7, per impegni sul territorio e una breve malattia”. Di Maio si appellerà al rispetto del codice sottoscritto dagli eletti che prevede per i “disertori” anche sanzioni fino a 100mila euro.

Con le dimissioni di Mura il collegio di Cagliari rimane scoperto e, secondo la ricostruzione di Alberto Pinna, gli scenari futuri per l’isola sono i più variegati:

Intanto il collegio di Cagliari è vacante, il velista aveva sconfitto il forzista Ugo Cappellacci. Alle elezioni suppletive, nel centrodestra sardo c’è chi spera in una candidatura suggestiva: quella di Silvio Berlusconi, che ha sempre considerato la Sardegna la sua seconda residenza.

(Foto credits: Ansa)