Taglio dei vitalizi, anche Cicciolina tra le «vittime» del provvedimento

di Enzo Boldi | 25/07/2018

Cicciolina e vitalizi

Il taglio dei vitalizi ha fatto un’altra vittima. Anche Ilona Staller, conosciuta ai più con il nome d’arte di Cicciolina, è stata colpita – nell’orgoglio e nel portafoglio – dal provvedimento che prevede il ricalcolo dei contributi versati dai parlamentari durante le precedenti legislature. Intercettata da Il Messaggero nei giorni scorsi nei corridoi di Palazzo Madama, l’ex parlamentare del partito Radicale, eletta nel 1987, ha mostrato tutto il suo sdegno nei confronti del taglio al proprio assegno mensile.

LEGGI ANCHE > Il deputato M5S commenta con #Mosocaxxi la notizia dell’abolizione del vitalizio di Cicciolina

«Basta ora chiamo quel produttore e poi me ne vado! Voglio tornare in Ungheria», gridava l’ex pornostar al telefono. Evidentemente, oltre al taglio del proprio emolumento, anche dal punto di vista dello show business gli affari non devono andarle alla grande. «Ma quale vitalizio, non era un vitalizio – ha tuonato Cicciolina al Messaggero -. Io non posso stare in Italia solo per pagare le tasse, come faccio? Perché non ci fanno vedere gli stipendi che prendono loro? Io pago un sacco di tasse negli appartamenti che ho da quando facevo la pornodiva, quando lavoravo. Ma ne vado da questo paese, cosa resto qui a pagare Imu e Ici».

Cicciolina e il vitalizio, un personaggio scomodo snobbato da tutti

L’ex pornostar è, dunque, l’ultima vittima del cavallo di battaglia elettorale del Movimento 5 Stelle. Ma non è tutto. Se dal punto di vista dell’attività da ex parlamentare non arrivano per lei buone notizie, c’è anche grande silenzio attorno alle proposte televisive che Cicciolina attendeva da tempo. «Ho provato, ho chiesto a tutti i reality show ma non mi vogliono – ha spiegato quasi in lacrime Ilona Staller -. Mi vedi sulla Rai o su Mediaset? No, non mi vogliono. Solo perché ho fatto la pornodiva. Sono un personaggio scomodo, la pornodiva che ha fatto politica».

Cicciolina e il vitalizio, dai 5 Stelle a Ballando con le stelle

Gli spifferi che vengono da Piazza Mazzini, però, parlano di un suo prossimo approdo, fortemente voluto dalla conduttrice Milly Carlucci, in una delle trasmissioni cardine della Rai: Ballando con le Stelle. A tagliarle il vitalizio sono stati i 5 Stelle, ma sotto quelle stelle ora potrà prendere un nuovo stipendio. Ballando, stavolta.

(foto di copertina: ANSA/MASSIMO PERCOSSI)