Fifa dice basta alle bellezze dagli spalti del Mondiale

di Enzo Boldi | 12/07/2018

Fifa inquadrature

I Mondiali di Russia 2018 sono quasi arrivati all’epilogo, ma prima di salutare i vincitori, gli appassionati del calcio in televisione dovranno dire addio – o, forse, solo arrivederci – alle immagini delle belle donne che hanno arricchito gli spalti. Con una decisione, arrivata abbastanza in ritardo rispetto al calendario della massima competizione di calcio per nazionali, la Fifa dice basta alle bellezze dagli spalti del Mondiale. Per le ultime due gare – la finale per il terzo posto tra Inghilterra e Belgio di sabato 14 luglio e la finalissima di domenica 15 tra Francia e Croazia – non saranno più trasmesse le immagini delle affascinanti tifose che hanno spesso riempito i tempi morti durante le partite.

LEGGI ANCHE > I Mondiali e le polemiche sulle donne «russe zoccole»

Una decisione senza precedenti e arrivata, seppur in ritardo, dopo l’esponenziale aumento di casi di sessismo e alcune molestie ai danni delle croniste presenti in Russia da parte dei tifosi esagitati. La scelta è stata comunicata dal capo del dipartimento per la responsabilità sociale della Fifa Federico Addiechi, che ha definito questa svolta come una «normale evoluzione», scaturita da necessità che sono in linea con il bene comune e la tutela delle donne.

Fifa inquadrature alle bellezze sugli spalti, troppi episodi sessisti

Secondo la Fifa, i casi di sessismo in questo Mondiale russo sono stati maggiori rispetto a quelli di razzismo. Un dato in controtendenza rispetto a qualsiasi altra competizione organizzata dalla massima istituzione del calcio. Il provvedimento per la riduzione delle immagini di donne affascinanti sugli spalti, secondo la Fifa, dovrebbe far diminuire la deriva sessista che sta prendendo il calcio, soprattutto al tempo dei social. O, comunque, si tratta di un tentativo di scaricare le proprie responsabilità.

Fifa inquadrature alle bellezze in tv a caccia di audience

Esistono pagine ad hoc che condividono le immagini televisive che, dal pre-partita all’intervallo e nelle fasi di stanca del gioco, si soffermano sugli spalti alla ricerca di qualche bella donna da inquadrare. Una questione di audience televisivo, nel tentativo di accomunare le due grandi passioni di gran parte dei tifosi. Da sabato pomeriggio tutto questo sarà solo un ricordo. Poi l’appuntamento sarà per il 2022. Chissà con quali immagini a colmare i vuoti dei pre e post partita.

 

TAG: Fifa