È stato arrestato il presidente della Regione Basilicata Marcello Pittella

di Redazione | 06/07/2018

Marcello Pittella

Arrestato il presidente della Regione Basilicata. Marcello Pittella, esponente del Pd, è agli arresti domiciliari da questa mattina. Il provvedimento gli è stato notificato dalla Guardia di Finanza che ha eseguito altre 29 misure restrittive nell’ambito di un’inchiesta sul sistema sanitario lucano.

Ai domiciliari, oltre al presidente della Regione Basilicata, ci sono anche il commissario straordinario dell’Azienda sanitaria di Potenza, Giovanni Chiarelli, il direttore amministrativo dell’Azienda ospedaliera regionale San Carlo di Potenza, Maddalena Berardi, e un dirigente del Centro oncologico regionale della Basilicata di Rionero, Gianvito Amendola. L’inchiesta si è allargata anche al di fuori dei confini della regione, coinvolgendo anche il direttore della Asl di Bari Vito Montanaro e il responsabile anticorruzione della stessa Asl Luigi Fruscio, anche loro agli arresti domiciliari.

Inchiesta sulla sanità, arrestato il presidente della Regione Basilicata Marcello Pittella

Pittella è agli arresti domiciliari nella sua casa di Lauria, in provincia di Potenza. Come riportato dall’Ansa, persone vicine al governatore hanno definito la sua posizione nella vicenda «surreale». Stando a quanto riportano le agenzie di stampa sarebbero coinvolti nell’inchiesta della Procura di Matera per questioni connesse a concorsi e nomine nella sanità lucana anche il direttore generale e la direttrice dell’azienda sanitaria di Matera. Marcello Pitella fu eletto presidente della Regione Basilicata nel 2013: nella tornata elettorale del 17 e 18 novembre ottenne il 59,6% dei voti. In vista delle Elezioni Regionali del prossimo autunno il Partito Democratico lo aveva scelto come candidato per provare a conquistare un secondo mandato, incassando l’appoggio di 70 sindaci.

Marcello Pittella arrestato per falso e abuso d’ufficio

Le accuse rivolte al presidente della Regione Basilicata Marcello Pittella sono quelle di falso e abuso d’ufficio – secondo quanto si è appreso a Matera -. Le indagini sono cominciate circa un anno e mezzo fa, in seguito all’esposto di un dipendente di una ditta fornitrice di servizi che non aveva ricevuto la sua quota di Tfr. Fonti vicine al governatore della Basilicata hanno confermato questa mattina presto la misura cautelare, dichiarandosi sbalorditi per quello che è accaduto.

La questione Pittella, lungi dall’essere una vicenda che riguarda il territorio, si candida a essere un caso politico nazionale. La notizia del suo arresto compromette inevitabilmente la sua corsa al secondo quinquennio da presidente della Regione, spalancando di fatto le porte al Movimento 5 Stelle che, secondo recenti sondaggi, è dato in forte ascesa: la Basilicata, così, potrebbe essere la prima regione italiana a essere guidata dai pentastellati.

(Foto di copertina da archivio Ansa)

TAG: Basilicata