Salvini Scopelliti
|

Il Guardian spiega il presunto legame tra Matteo Salvini e Giuseppe Scopelliti

Il ministro dell’Interno italiano Matteo Salvini sta attirando l’attenzione delle principali testate internazionali. Oggi è il Guardian a tracciarne un profilo, cercando di spiegare agli elettori britannici la sua elezione da senatore in Calabria, una regione tradizionalmente ostile alla Lega in cui lo stesso Salvini ha fatto il pieno di voti. In un articolo firmato dai due corrispondenti italiani Lorenzo Tondo e Stephanie Kirchgaessner, infatti, si cerca di spiegare il presunto legame tra Matteo Salvini e Giuseppe Scopelliti, l’ex sindaco di Reggio Calabria e presidente della Regione arrestato qualche settimana dopo le elezioni del 4 marzo con l’accusa di falso in atto pubblico.

LEGGI ANCHE > Saviano risponde a Salvini: «Buffone, ministro della malavita» | VIDEO

Salvini Scopelliti, i presunti legami spiegati dal Guardian

Secondo il Guardian, infatti, non ci sarebbero attualmente prove concrete di questo legame, ma la relazione tra Matteo Salvini e Giuseppe Scopelliti – i due non si sarebbero mai incontrati direttamente – sarebbe stata gestita dall’attuale coordinatore regionale del partito in Calabria, Domenico Furgiuele, eletto anch’egli nel corso dell’ultima tornata politica del 4 marzo.

Salvini Scopelliti, chi è Domenico Furgiuele

Il Guardian scrive che sia Scopelliti, sia Furgiuele avrebbero avuto legami sospetti con le famiglie legate alla criminalità organizzata. Tuttavia, l’ex presidente della Regione non ha attualmente procedimenti penali in corso relativi a questo filone di indagine. Furgiuele, invece, nel 2012, avrebbe chiesto a suo suocero di prenotare le stanze nel suo albergo per due uomini che, in seguito, avrebbero commesso un omicidio correlato alla ‘ndrangheta a Vibo Valentia. Su di lui non c’è nessuna accusa e, in merito alla vicenda, si è sempre dichiarato estraneo ai fatti, sostenendo di non avere idea di chi fossero le persone coinvolte nell’omicidio.

Tuttavia, il Guardian ha evidenziato anche come alla festa per l’elezione a senatore di Matteo Salvini in Calabria ci fossero esponenti della criminalità organizzata, riprendendo quanto affermato da Roberto Saviano nel video in risposta all’uscita dello stesso Salvini sull’eventuale rimozione della scorta al giornalista. Insomma, l’elezione del ministro dell’Interno in Calabria continua a suscitare l’attenzione della stampa internazionale. E a sollecitare le sue domande.