foto bufala
|

La foto bufala (virale) del porto libico pieno di migranti. È un concerto dei Pink Floyd dell’89

Lo scontro politico sulla gestione dei flussi di migranti è un terreno fertile per gli autori di bufale. E dimostra per l’ennesima volta quanto sia talvolta semplice la diffusione ad un’immensa platea di lettori sui social network di informazioni o notizie fasulle. L’ultimo singolare ma preoccupante esempio è rappresentato da una foto condivisa su Facebook da almeno 9mila utenti che è stata presentata come immagine di un «porto libico» pieno di persone pronte a mettersi in viaggio per arrivare in Italia e che in realtà non riguarda alcuna località della Libia. Lo scatto non è altro che una presa dall’altro di un concerto dei Pink Floyd del 15 luglio 1989 a Venezia, che fece registrare un record di affluenza.

 

foto bufala
(Immagine via Facebook)

 

La foto bufala virale del «porto libico» pieno di migranti pronti a venire in Italia

La foto bufala su Facebook ha ottenuto tantissime reazioni e commenti. Davvero troppi per un contenuto creato appositamente per influenzare la percezione di un fenomeno complesso e serio come quello dell’immigrazione. A smascherare la fake news sono stati gli stessi utenti del social network, ma anche siti che costantemente fanno debunking, come Bufale.net. «Porto libico… non te le faranno mai vedere queste immagini… sono pronti tutti a salpare», è il messaggio che ha accompagnato l’immagine. Nei commenti sono spuntate frasi come: «Ahahah il porto libico nella laguna», «Un falso profilo può creare dei danni irreparabili», «Ma sapete cos’è una Gondola? Ed una laguna? E conoscete i Pink Floyd? Studiate un po’ di geografia e di musica buona». In tanti però hanno creduto alla sciocchezza.

Il video del concerto dei Pink Floyd a Venezia

Quello dei Pink Floyd a Venezia su uno degli più grandi concerti del secolo. Lo spettacolo si tenne su un mega palco galleggiante di oltre 10 tonnellate. Fu un evento memorabile, gratuito. Qui le immagini della Rai.

 

 

(Foto di copertina via Facebook)

TAG: Libia, migranti