I migranti continuano a dividere il governo, Fico si schiera contro il duo Salvini-Di Maio

di Redazione | 01/07/2018

migranti

La visita di sabato 30 giugno del presidente della Camera all’hotspot e ai migranti di Pozzallo ha fatto più rumore del previsto.

LEGGI ANCHE > Ennesimo naufragio nel Mediterraneo, almeno 100 i migranti dispersi

Fico è tra gli ortodossi del Movimento, uomo dal cuore a sinistra e la testa nel M5S. Ed è così che si è arrivati alle sue dichiarazioni sulla non chiusura dei porti alle navi delle Ong, affermando che il loro è “un lavoro straordinario, fondamentale nel salvare vite“.

Migranti, le dichiarazioni di Fico spaccano il Movimento 5 Stelle

Dichiarazioni, queste, che evidentemente non sono in linea con la linea di governo. In primis Fico ha preso in contropiede il capo politico M5S Luigi Di Maio e il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli.

Tuttavia, il bersaglio è stato senza dubbio il ministro degli Interni Matteo Salvini, vero protagonista di questa battaglia governativa contro i migranti. Sempre nella giornata di sabato 30 giugno ha bloccato l’arrivo della nave della Ong Open Arms con 59 persone a bordo, che ora si sta dirigendo verso il porto di Barcellona.

Migranti, le risposte di Di Maio e Salvini a Fico

Il ministro del Lavoro Di Maio ha reagito smentendo in parte Fico: “Nessuno ha mai chiuso i porti, abbiamo chiuso alle Ong che non rispettano le regole. Parla a titolo personale, non è la linea del governo“.

Salvini, da canto suo, ha rimesso in ordine i pezzi di un puzzle che rischiava di non trovare una soluzione: “Un punto di vista personale. Non siamo in una caserma, è giusto che ognuno esprima le proprie idee, poi i ministri fanno i ministri“.

La tensione c’è. Ma che Fico si trovi in una posizione di “minoranza”  all’interno del governo (anche perché non fa parte del governo) è evidente.

(Foto credits: Ansa)

TAG: migranti