Osman Munkail
|

Napoli, uomo arrestato per false accuse di terrorismo dai carabinieri: «Mi dicevano: ora c’è Salvini e vi facciamo il culo»

Si chiama Osman Munkail il ragazzo ghanese che è stato arrestato da tre carabinieri con false accuse di terrorismo. Nei confronti dei militari, successivamente, è stata emessa un’ordinanza di custodia cautelare in seguito alle indagini della Procura di Napoli nord. I fatti si sono svolti a Giugliano in Campania, qualche giorno fa. I carabinieri volevano ottenere un encomio per quanto successo.

LEGGI ANCHE > Arrestati tre carabinieri per false accuse di terrorsimo a un migrante 

Osman Munkail, le parole dei carabinieri su Salvini

Osman Munkail – che ha un regolare permesso di soggiorno – ha parlato ai microfoni di Fanpage per spiegare che cosa ha provato nelle concitate fasi dell’arresto. «C’era un carabiniere alto, che mi diceva: ora c’è Salvini, vi facciamo il culo. Renzi non ci sta più, è finita e tu devi finire in galera». Munkail ha anche affermato di essere stato completamente spiazzato nel blitz in una casa non sua. La sua unica colpa, stando al racconto fatto dal giovane ghanese alla testata, sarebbe stata quella di comunicare via smartphone con la sua famiglia, con sua moglie e con suo nonno.

«Poi mi hanno portato sul retro della casa e mi hanno mostrato una pistola – ha detto Osman Munkail -, ma io ho detto subito che non era mia e che l’avevano messa lì loro». Poi, i carabinieri hanno eseguito l’arresto mettendo le manette al giovane ghanese: «Hanno trovato una mazza molto grande e hanno distrutto completamente la casa per entrare».

Osman Munkail, la vicenda si è risolta

La vicenda, poi, dopo qualche accertamento, è passata nelle mani della procura di Napoli nord, che ha accertato – in seguito al coordinamento con la Guardia di Finanza – che quanto fatto dai tre carabinieri non corrispondeva assolutamente alla realtà. Per questo motivo, i tre militari sono stati a loro volta arrestati e sospesi dall’Arma. Ma la vicenda – se le parole del giovane ghanese dovessero trovare conferma – getta spiragli molto preoccupanti sullo stato della giustizia in Italia, ai tempi del governo Lega-M5S.

[FOTO dal video girato da Fanpage.it]