Olanda, attacco con un furgone contro la sede del De Telegraaf: «Non ci faremo intimidire»

di Gianmichele Laino | 26/06/2018

attacco De Telegraaf

Grave attacco alla libertà di stampa in Olanda. La sede del quotidiano De Telegraaf – secondo quanto riferiscono gli stessi giornalisti della testata – è stata presa d’assalto da un furgone che si è scagliato a tutta velocità contro la facciata d’ingresso dell’edificio. Il giornale ha parlato esplicitamente di un «attacco», escludendo così l’ipotesi di un incidente. Anche la polizia concorda con la versione offerta dalla direzione della testata, parlando esplicitamente di «gesto deliberato» contro il quotidiano De Telegraaf. Nessuno è rimasto ferito, visto anche l’orario dell’attacco, avvenuto intorno alle 4 del mattino.

LEGGI ANCHE > Austria, deraglia il treno degli studenti: tre feriti gravi

Attacco De Telegraaf, la risposta dei cronisti all’attacco

I giornalisti della testata De Telegraaf hanno rilasciato un comunicato stampa, all’interno del quale si può leggere una vera e propria dichiarazione d’intenti, una risposta al guanto di sfida lanciato dagli assalitori (la cui matrice, tuttavia, resta ancora sconosciuta): «Non ci faremo intimidire» – hanno scritto i cronisti della testata, che hanno condiviso l’appello lanciato su Twitter da Mick van Wely.

Attacco De Telegraaf, le riprese delle telecamere di video-sorveglianza

Nel frattempo, nella prima mattinata, sono arrivati davanti alla sede del quotidiano di Amsterdam i vigili del fuoco e le autorità competenti che hanno prima domato le fiamme e che ora stanno raccogliendo prove per risalire all’identità degli assalitori.

Il veicolo che ha fatto irruzione nella grande porta a vetri che si spalanca sull’atrio della sede del giornale, un Volkswagen Caddy, ha provocato l’incendio e la rottura immediata delle vetrate e delle finestre soprastanti. Le telecamere di videosorveglianza hanno mostrato un uomo incappucciato che, prima di lanciare il Volkswagen contro la facciata della redazione, è fuggito via su un’altra vettura dal colore scuro per raggiungere la tangenziale, facendo perdere così le sue tracce.

Nell’area c’è stato un precedente di un attacco nei confronti di un altro organo di stampa: la scorsa settimana, infatti, un lanciarazzi è stato attivato nell’edificio della rivista De Panorama.