Burioni blasta Salvini che dice «dieci vaccini obbligatori sono inutili e talvolta dannosi»

di Redazione | 22/06/2018

Burioni blasta Salvini

«Garantisco gli impegni presi in campagna elettorale perché tutti i bambini vadano a scuola» – queste le parole di Matteo Salvini a Radio Studio 54 (una emittente radiofonica toscana) riferite al tema dei vaccini. Ma non si ferma qui: «Dieci vaccini obbligatori sono inutili e in molti casi pericolosi se non dannosi». Le affermazioni del ministro dell’Interno di questa mattina fanno saltare sull’attenti il mondo della sanità.

LEGGI ANCHE > Vaccini, Luigi Di Maio segue Salvini: «Se M5S andrà al governo, cambierà la Legge Lorenzin»

Burioni blasta Salvini sul tema dell’obbligatorietà dei vaccini: «Bugiardo»

Roberto Burioni, dalla sua pagina Facebook, è il primo a intervenire, pubblicando l’agenzia di stampa che riporta le parole del ministro dell’Interno e criticandolo pesantemente per la sua posizione in merito alla tematica dei vaccini: «Ministro Salvini, lei ha detto una menzogna, perché quelli che riporto io sono fatti, suffragati da dati scientifici solidissimi. Quella che ha detto lei è invece una bugia, una bugia pericolosissima. E che a dirla sia chi ha la responsabilità della sicurezza del mio paese è una cosa che mi preoccupa molto» – ha scritto l’immunologo del San Raffaele.

Burioni blasta Salvini, il ministro dell’Interno ha detto che 10 vaccini obbligatori sono dannosi

Burioni, che è stato il megafono più convinto per la battaglia per l’obbligatorietà dei vaccini nel corso del dibattito alimentato dal decreto – poi diventato legge – proposto dall’ex ministra della Salute Beatrice Lorenzin non ha potuto fare a meno di intervenire quando Matteo Salvini, per la prima volta da quando è ministro, ha affrontato la tematica dell’obbligo vaccinale.

«No, Ministro Salvini – ha affermato Burioni -. Dieci vaccini non sono inutili e tantomeno dannosi. Sono gli stessi vaccini che vengono usati con identici tempi e identici modi in tutto il mondo. Sono i dieci vaccini che hanno salvato e salvano, in tutta sicurezza, milioni di vite. Vaccini che proteggono anche lei, i suoi figli e i suoi elettori, oltre che tutti i cittadini italiani che lei ha il dovere di tutelare».