dirigente consap offende selvaggia lucarelli
|

Il dirigente Consap offende Selvaggia Lucarelli: «Più dignità invece di metterti in ginocchio sotto le scrivanie»

Una discussione surreale, quella che si è sviluppata su Facebook a proposito del nuovo governo. Selvaggia Lucarelli ha voluto esprimere la sua posizione critica nei confronti della nascita dell’esecutivo Conte. Ma la sua opinione è stata duramente attaccata da un dirigente Consap che ha volgarmente offeso la blogger e collaboratrice del Fatto Quotidiano.

LEGGI ANCHE > Selvaggia Lucarelli è una furia con J-Ax: «Hai difeso chi mi ha chiamato tr*** e cagna»

Dirigente Consap offende Selvaggia Lucarelli, la reazione della blogger

«Certo, tu dall’alto della tua cultura, della tua preparazione, della tua attività lavorativa, puoi pontificare e giudicare su tutto?? Sei patetica, ridicola. Sei la, tutti sappiamo come. Se solo avessi più dignità, troveresti un lavoro invece di metterti in ginocchio sotto le scrivanie». Il riferimento è esplicito e di pessimo gusto. L’offesa è aggravata dal fatto che l’uomo fa parte delle forze dell’ordine ed è anzi un dirigente della Consap (Confederazione sindacale autonoma di polizia), un importante sindacato.

Ovviamente, la risposta di Selvaggia Lucarelli non si è fatta attendere: «Di’ al tuo avvocato di liberare la sua di scrivania. Sopra, però, non sotto perché gli arriva presto una pratica». A quel punto, capito il tenore della risposta, il sindacalista ha cercato di correggere il tiro, sostenendo che il suo riferimento era relativo all’azione di «spolverare sotto le scrivanie».

Dirigente Consap offende Selvaggia Lucarelli, il tentativo di scuse

Nel corso della discussione, il dirigente Consap ha anche cercato di scusarsi pubblicamente con Selvaggia Lucarelli («Se ti sei offesa, me ne scuso: la mia era rabbia contro un attacco gratuito nei confronti di un governo non ancora nato»). Passaggio che è servito a poco, dal momento che la Lucarelli ha deciso di pubblicare il messaggio offensivo sulla sua pagina Facebook.

Tanti i messaggi di sostegno da parte dei propri followers alla stessa Selvaggia Lucarelli. Tra questi anche quello di Vincenzo Maisto, che ha sottolineato: «Paragona la critica politica alla diffamazione. Incredibile». La stessa Lucarelli ha sottolineato l’opportunità dell’affermazione, rilanciando: «Questo è un pezzo grosso in polizia, mica un ragazzino. Rendiamoci conto del livello».