governo lega-m5s
|

Il governo Lega-M5S rinasce? I contatti frequenti tra Salvini e Di Maio

Nascerà davvero un governo di Movimento 5 Stelle e Lega? Dopo la proposta del capo politico pentastellato Luigi Di Maio di modificare la lista dei ministri spostando Paolo Savona dall’Economia ad altro dicastero, si attende la risposta di Matteo Salvini. La riapertura del confronto per dar vita al nuovo esecutivo è tutta nelle mani del segretario del Carroccio, che ieri, pur lasciando una porta aperta, era sembrato per tutto il giorno orientato sul no.

I contatti frequenti tra Salvini e Di Maio

I contatti tra Di Maio e Salvini sono dunque ripresi. Secondo fonti del M5S in vista delle ore decisive per l’eventuale nuova trattativa per il governo giallo-verde, i contatti tra i due leader sono frequenti. Ieri pomeriggio Di Maio è salito al Quirinale per un colloquio informale con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella con la proposta di spostamento dell’economista in quota. Salvini in serata ha fatto sapere: «Valutiamo quanto possa essere utile agli italiani questo tipo di ragionamento di spostamento, ovviamente in primis con il professor Savona, cosa che educazione vuole. Ma stiamo ragionando su una squadra forte per un progetto forte». È spuntato anche qualche nome nuovo per la casella del Mef, quello dell’economista Pierluigi Ciocca, candidatura poi smentita.

Il governo Lega-M5S e il nodo del voto

La Lega è in attesa per valutare con attenzione tutti gli scenari possibili. Ieri il segretario ha ripetuto di non voler andare al voto, in caso di scioglimento delle Camere, subito a luglio. Salvini si è detto disponibile a collaborare per far slittare le urne a settembre o ottobre. Ma, vista l’indisponibilità di tutti i principati partiti a votare la fiducia all’eventuale governo tecnico di Cottarelli, il rischio delle elezioni anticipate al 29 luglio o 5 agosto non è stato ancora scongiurato. Per evitare le urne in quelle due date e votare quindi a fine estate o inizio autunno c’è bisogno di sciogliere le Camere a metà luglio, ma senza sostegno in Parlamento l’esecutivo Cottarelli potrebbe durare solo pochi giorni. Il Movimento 5 Stelle ha già espresso il suo no alla fiducia. Il Pd sarebbe intenzionato ad astenersi.

Salvini va a Roma e annulla i comizi

Tutti gli appuntamenti di Salvini in programma oggi in Lombardia, come comunicato dallo staff del segretario leghista in mattinata, sono stati annullati. Salvini «non parteciperà questa mattina a questa iniziativa, si scusa ma in questo momento è stato chiamato a Roma» per la trattativa sul governo, ha annunciato il deputato Fabrizio Cecchetti alla prima tappa degli appuntamenti elettorali che erano programmati in Lombardia.

Conte atteso

Oggi sarebbe atteso a Roma anche il professor Giuseppe Conte, il premier indicato la scorsa settimana da M5S e Lega. Stamattina h comunque fatto regolarmente lezione all’Unviersità di Firenze

(Immagine di copertina da archivio Ansa. Credit: ANSA / FRAME VIDEO M5S)