I ministri del governo Cottarelli, l’ultimo totonomi: Tabellini all’Economia

di Redazione | 30/05/2018

ministri

Chi saranno i ministri del nascente governo di Carlo Cottarelli? A poche ore dal colloquio al Quirinale con il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, durante il quale il premier incaricato dovrebbe sciogliere la riserva, continuano a circolare voci sulla squadra guidata dall’economista. In pole per il ministero dell’Economia e delle Finanze c’è l’ex rettore dell’Università Bocconi Guido Tabellini. Per il Ministero del Lavoro invece si fa il nome di Enrico Giovannini, ex presidente dell’Istat e già ministro dal 2011 al 2014 con i governi Monti e Letta. All’Interno potrebbe andare il prefetto Francesco Paolo Tronca, membro del Consiglio di Stato, che tra il 2015 e il 2016 è stato Commissario straordinario di Roma Capitale. Altra ipotesi riguarda il giurista Alessandro Pajno, presidente del Consiglio di Stato, che potrebbe diventare titolare del dicastero della Giustizia.

Chi sarà ministro nel nascente governo Cottarelli? L’ultimo totonomi

Nel totoministri, come spiega Repubblica, è tornata poi anche Elisabetta Belloni, che qualche settimana fa sembrava favorita per la guida di un governo neutrale, dopo il fallimento degli incarichi esplorativi che il capo dello Stato aveva affidato ai presidenti delle Camere Maria Elisabetta Alberti Casellati e Roberto Fico. La diplomatica potrebbe andare agli Esteri. Resta in lista Enzo Moavero Milanesi, già ministro degli Affari Europei nei governi Monti e Letta, finito anche nella squadra messa a punto da M5S e Lega la scorsa settimana. Avrebbe lo stesso incarico di qualche anno fa. Alla Sanità potrebbe andare il presidente dell’Istituto Superiore della Sanità, Walter Ricciardi. Circolano ancora i nomi di Paola Severino, ministro della Giustizia del governo Monti, e di Anna Maria Tarantola, ex presidente della Rai. Repubblica indica poi l’ammiraglio Luigi Binelli Mantelli come possibile ministro della Difesa. Fino a tre anni fa è stato Capo di Stato Maggiore della Difesa. Ieri erano stati fatti anche i nomi di Riccardo Carpino, Commissario straordinario per la realizzazione degli interventi infrastrutturali e di sicurezza, e del presidente dell’Anac Raffaele Cantone.

(Foto da archivio Ansa. Credit immagini: ANSA / MATTEO BAZZI)