Roberto Fico
|

A Palermo suona l’inno di Mameli per commemorare la strage di Capaci, Roberto Fico tiene le mani in tasca | VIDEO

La politica di austerità promossa dal presidente della Camera Roberto Fico si è fatta sentire anche nelle commemorazioni ufficiali.

LEGGI ANCHE > ROBERTO FICO QUERELA LE IENE VIA FAX PER LA STORIA DELLA PRESUNTA «COLF IN NERO»

Fico, infatti, era presente a Palermo per rendere omaggio a Giovanni Falcone, il simbolo anti-mafia morto a Capaci il 23 maggio di 26 anni fa.

Durante l’esecuzione dell’inno di Mameli, l’onorevole ha seguito il tutto con le mani in tasca. Non il massimo dei gesti per uno dei più alti rappresentanti delle istituzioni.

Roberto Fico, dopo le memorabili immagini sull’autobus, è finito al centro di una querelle per la presunta assunzione in nero di una colf presso una delle sue abitazioni di Napoli. Per questo motivo ha esposto querela contro Le Iene, trasmissione che ha sollevato il caso:

Le Iene hanno parlato di una presunta «colf in nero» che Roberto Fico e la sua compagna avrebbero assunto per la loro casa a Napoli. Al netto dei vari scambi di battute tra quest’ultima e il giornalista Antonino Monteleone a colpi di citazioni di Guccini, la vicenda ora passerà attraverso i tribunali. Infatti, Roberto Fico querela Iene, attraverso il suo avvocato.
La trasmissione Mediaset ha confermato la circostanza, rivelando anche un particolare piuttosto curioso: l’avvocato del presidente della Camera, Annalisa Stile, ha inviato una lettera in redazione via fax. Nel documento, però, erano presenti solo la prima e l’ultima pagina del fascicolo. Per cui, Le Iene non conoscono esattamente quali siano le motivazioni per cui è stata presentata la querela.

(Foto credits: Corriere.it)