feriti festa scudetto Juventus
|

Dramma alla festa-scudetto della Juventus: due feriti gravi

Un vero e proprio bollettino di guerra, nella serata dei festeggiamenti per il 34° scudetto della Juventus. La festa, iniziata a Torino alle 22.36, è stata immediatamente macchiata da un grave incidente che ha coinvolto un camion dei tifosi, allestito con bandiere e stendardi della squadra, che accompagnava l’autobus scoperto dei giocatori bianconeri. Il mezzo, infatti, ha urtato i cavi elettrici della linea del tram, all’altezza di corso Grosseto, all’angolo con via Chiesa della Salute.

LEGGI ANCHE > Torino, arrestati i responsabili di piazza San Carlo

Feriti festa scudetto Juventus, i fatti

Il bilancio è di sei feriti, di cui due in gravi condizioni ricoverati in queste ore all’ospedale San Giovanni Bosco di Torino. Ed è già polemica sulla presenza del mezzo di trasporto alla festa dello scudetto della Juventus. In base a quanto riportano le prime fonti, il camion era stato allestito dagli ultrà del gruppo «Tradizione» e non avrebbe avuto l’autorizzazione per partecipare al corteo, al seguito della vettura che trasportava i calciatori della Juvnetus.

La diagnosi per i due feriti gravi – a un certo punto si era temuto per la loro vita – è di un trauma cranico commotivo e di trauma al collo. Dall’ospedale, in ogni caso, hanno fatto sapere che i due tifosi feriti sono fuori pericolo di vita. Gli altri quattro ultrà sono ricoverati in codice verde e hanno riportato ferite lievi.

Feriti festa scudetto Juventus, l’incubo di piazza San Carlo

Per un attimo, dunque, Torino ha rivissuto l’incubo di piazza San Carlo, a quasi un anno esatto di distanza. In quella circostanza, nel corso della finale di Champions tra Juventus e Real Madrid, il popolo bianconero era sceso in piazza per assistere al match. A un certo punto, però, la folla ha iniziato a entrare nel panico e a scatenare una reazione scomposta, che ha provocato un morto e oltre 1500 feriti.

TAG: Juventus