Balotelli contro Fanny: «Neanche un ct della nazionale ha mai avuto così tanti calciatori»

di Redazione | 10/05/2018

Mario Balotelli contro Fanny

Non proprio una finezza in punta di fioretto. Mario Balotelli contro Fanny Neguesha, sua ex fidanzata, su Instagram usa davvero parole al vetriolo. Al limite del volgare. Il tutto nasce perché il calciatore del Nizza aveva postato una story con una citazione di Pablo Escobar: «I soldi non comprano le donne, ma fanno innamorare le puttane».

LEGGI ANCHE > Balotelli: «Fossi stato bianco non avrei avuto problemi»

Mario Balotelli contro Fanny, parole durissime su Instagram

La ex fidanzata di Balotelli, che ora vive un’appassionata storia d’amore con l’ex juventino Lemina, ha voluto immediatamente rispondere alla provocazione. «Se fossi una persona brava avresti già trovato una vera donna. Basta dire che tutte sono puttane, sei tu a cercarle. Parlo senza cattiveria, sono innamorata e felice».

A quel punto, invece di chiuderla lì, Mario Balotelli – da vero «gentiluomo» – non ha lasciato l’ultima parola alla ragazza. Ma ha iniziato a insultarla pesantemente e a rivolgerle delle parole molto dure: «Ho due figli stupendi e grazie a Dio non è lei la loro madre. Il motivo? Essere una donna semplice, con valori ed educazione non rientra e non rientrerà mai nei suoi piani. E comunque se vorrai mai dire la verità io sono qui, ma per te è meglio di no. Non rovino le famiglie, io».

Mario Balotelli contro Fanny, lo scambio di battute

Infine, l’attaccante che da qualche tempo è tornato anche nell’orbita della nazionale di calcio italiana, ha riservato le parole più dure sempre via Instagram, buttandole in pasto all’opinione pubblica: «Neanche un ct della Nazionale ha mai avuto così tanti calciatori, o un agente tanti cantanti. E neanche un bambino riesce a farla stare tranquilla. Muratori, postini, camerieri, fatevi avanti che di sicuro con lei avrete una possibilità. A lei non piacciono fama e soldi».

L’ennesima ‘balotellata’, insomma. In questo periodo Balotelli sembrava aver trovato una certa serenità anche in campo, con delle prestazioni notevoli con la propria squadra in Ligue 1. Con il possibile innesto nella panchina della nazionale italiana di Roberto Mancini, suo mentore, il calciatore potrà anche tornare a disposizione degli azzurri. Ma i suoi comportamenti fuori dal campo continueranno a far discutere.