cecilia strada
|

Cecilia Strada lascia Emergency. Era lite con il padre Gino

«Si è conclusa la mia lunga avventura con Emergency». Inizia così il post su Facebook in cui Cecilia Strada annuncia la fine del rapporto con l’organizzazione umanitaria fondata dal padre Gino, e di cui è stata presidente dal 2009 fino al luglio scorso. Ora al posto di Cecilia c’è Rossella Miccio. Ecco il post:

Ieri si è conclusa la mia lunga avventura con Emergency. Sono stati anni importanti, difficili, entusiasmanti; è stato un privilegio per me fare il mio pezzettino per nutrire, crescere e portare nel mondo questa idea di medicina e diritti umani. È stata anche l’opportunità per conoscere tante persone straordinarie: grazie. A lei va il solito augurio, quello che ha orientato la mia bussola in tutti questi anni: che diventi inutile, bella mia; che tu possa finalmente vedere gli ospedali di guerra svuotarsi di feriti e riempirsi di rose. Io continuerò in ogni modo a darmi da fare per lo stesso obiettivo, comunque prosegua la mia strada: avanti tutta. E buona giornata, a lei, a voi.

LEGGI ANCHE > Cecilia Strada elenca gli attacchi che Emergency ha dovuto subire per i salvataggi

Repubblica oggi svela però qualche retroscena di questo addio. In un pezzo a firma di Zita Dazzi si parla di un accordo economico, una buona uscita, per chiudere un contenzioso all’ispettorato di lavoro. Contenzioso che sembra svelare la profonda frattura dentro la dirigenza Emergency in questi ultimi anni. Specialmente tra padre e figlia. Nell’accordo firmato – spiega Repubblica – col saldo delle competenze per la fine del rapporto di lavoro, c’è anche l’impegno a non rilasciare interviste.

(foto ANSA/ MASSIMO PERCOSSI)