L’ordine dei medici di Torino ha denunciato l’affissione del manifesto no vax

di Redazione | 16/04/2018

no-vax

L’Ordine dei Medici della provincia di Torino ha denunciato in Procura l’affissione di manifesti che contestano la legge sulle vaccinazioni obbligatorie.

LEGGI ANCHE > I NO VAX E I FINTI MANIFESTI DEL COMUNE AFFISSI A SCUOLA: «NO VACCINO, NO PARTY»

Questi manifesti Comilva sono stati affissi nei scorsi giorni vicino ad asili, scuole e ospedali. «Le vaccinazioni sono misure di salute pubblica previste obbligatoriamente per legge», spiega il Presidente dell’Ordine di Torino Guido Giustetto. «I diversi cartelloni che sono apparsi in città – ha aggiunto a Repubblica Torino – propongono contenuti che generano allarmismo e incrementano la disinformazione a danno della sicurezza. Di qui la decisione di denunciare l’iniziativa alla procura della Repubblica. L’Ordine ha infatti tra i suoi obiettivi proprio la tutela della salute pubblica e la promozione di una corretta informazione scientifica. Inoltre gli articoli 15 e 55 del nostro codice deontologico sottolineano che ‘il medico non deve sottrarre la persona assistita a trattamenti scientificamente fondati e di comprovata efficacia’ e che ‘il medico promuove e attua un’informazione sanitaria accessibile, trasparente, rigorosa e prudente, fondata sulle conoscenze scientifiche acquisite e non divulga notizie che alimentino aspettative o timori infondati o, in ogni caso, idonee a determinare un pregiudizio dell’interesse generale».

(in copertina foto Ansa)