Inganna i fedeli di Nardò dicendo che il suo bambino è morto per intascare i soldi di una colletta

di Redazione | 10/04/2018

inventa morte figlio

Il parroco, dall’altare, aveva parlato della straziante vicenda di una donna che aveva perso il figlio di 6 anni e che aveva bisogno di un aiuto economico per andare avanti. I fedeli di Nardò, commossi, si sono subito prodigati per accogliere la richiesta e organizzare una colletta. Ma era tutta una montatura. La storia del figlio morto era infatti stata inventata di sana pianta dalla donna residente in provincia di Lecce, ma originaria di Genova che ha approfittato della buona fede del parroco don Giuseppe Casciaro e dei frequentatori del Sacro Cuore di Nardò.

LEGGI ANCHE > L’ultima telefonata del fidanzato della ragazza che si è suicidata nel giorno della laurea

INVENTA MORTE FIGLIO PER OTTENERE 700 EURO DI COLLETTA

Nel corso dei mesi, la donna aveva informato costantemente il parroco della presunta malattia del bambino di 6 anni, diagnosticata dall’Ospedale Gaslini di Genova: in tutto questo tempo, i fedeli della parrocchia avevano messo insieme circa 700 euro che sono passati poi alla donna una volta data la notizia della morte del bambino. Lei, infatti, aveva utilizzato la scusa di dover impegare quella somma per organizzare il funerale.

SCOPERTA LA TRUFFA DELLA DONNA CHE INVENTA MORTE FIGLIO

La truffa è stata scoperta completamente per caso. Il papà del bambino, di origini marocchine, era ignaro di tutto e si è presentato presso l’ufficio dei servizi sociali del comune per ottenere alcune informazioni. Insieme al figlio. I dipendenti, incuriositi dalla somiglianza del suo nome con quello del bambino di cui il parroco aveva parlato in chiesa, hanno scoperto l’inganno della donna.

Quest’ultima è stata convocata dai carabinieri della compagnia di Gallipoli, dove ha confessato tutto e dove ha ammesso di aver organizzato la truffa per alcune difficoltà economiche dell’ultimo periodo.

(Inventa morte figlio a Nardò – FOTO del centro storico della cittadina del Salento: ARCHIVIO ANSA)

TAG: Nardò