Valentino Rossi è una furia contro Marquez: «È pericoloso, ho paura di stare in pista con lui»

di Redazione | 09/04/2018

valentino rossi

Moto e scintille. Quelle dei botta e risposta a mezzo stampa. Valentino Rossi è infuriato con Marc Marquez dopo la caduta sul circuito ‘Ricardo Tormo’, in Argentina. Nel mirino il solito avversario e rivale, Marc Marquez, che lo ha buttato fuori dalla gara con una spallata. Non è la prima volta che lo spagnolo si rende protagonista di una scorrettezza in pista. Il pilota italiano lo evidenza, e attacca senza usare mezze misure. «Ormai – ha detto Rossi – la situazione è molto pericolosa, qualcuno, la direzione gara, deve fare qualche cosa, Marquez ti punta la gamba pieno e sa che lui non cade e spera che cadi tu, il problema è che lui è recidivo e corre così con tutti. Non ha alcun rispetto per i suoi avversari».

Valentino Rossi contro Marquez: «È pericoloso, poi chiede scusa ma prende per il c…»

Il campione italiano chiede un provvedimento esemplare. «Il problema – dice di Marquez – è che è pericoloso per tutti, io ho paura di stare in pista con lui e non mi sento tutelato dalla direzione gara, lui ti viene apposta addosso». E ancora: «Lui non mi tratta come gli altri, ma peggio. Come è successo nel 2015, quando mi ha fatto perdere il Mondiale apposta. Lo abbiamo detto e ridetto. Non può succedere sbattere in sei piloti in un weekend. Se capita un volta ci sta, ma se ricapita un’altra volta e un’altra volta ancora e poi ancora io non le accetto le scuse. La presa per il culo che viene a chiedere scusa mi fa ridere».

 

LEGGI ANCHE > Incidente al box Ferrari: il meccanico investito da Raikkonen ha tibia e perone fratturati | VIDEO

 

Rossi elenca anche diversi episodi dell’ultimo fine settimana di giri di pista: «Già dalle prove ha cominciato a fare il matto con Vinales, con me in qualifica e lo ha fatto con Dovizioso. Lui ti punta la gamba pieno e sa che lui non cade e spera che cadi tu, il problema è che lui è recidivo e corre così con tutti. Non ha alcun rispetto per i suoi avversari. Le regole son chiare se ti si spegne la moto devi andare fuori. Le regole dicono che non puoi partire. Se le regole devono essere uguali per tutti perché non lo devono essere per lui». Rossi non accetta nemmeno le scuse di Marquez. «Non è sincero, ti viene a chiedere scusa davanti alle telecamere ma la volta dopo fa lo stesso, io le scuse non le accetto e spero che lui stia proprio lontano da me e non mi guardi in faccia». Una replica non si è fatta attendere. Marquez parla di «errore involontario» e di pista «in condizioni difficili per superare». «Quando ha provato a passare Valentino c’era una pozza d’acqua», ha detto lo spagnolo. «Ci siamo toccati provando a fare la curca, quando è arrivato sull’erba è caduto. Sono andato per scusarmi al box, ma non ha accettato le scuse e lo rispetto», ha aggiunto.

(Foto Zumapress da archivio Ansa. Credit: Gaetano Piazzolla / Pacific Press via ZUMA Wire)