Michael Goolaerts
|

È morto Michael Goolaerts, il ciclista belga colpito da infarto durante la Parigi-Roubaix

Il mondo del ciclismo è in lutto. Alla fine non ce l’ha fatta Michael Goolaerts, il corridore belga della squadra Veranda’s Willems-Crelan colpito da infarto durante la Parigi-Roubaix. Il ciclista 23enne è morto alle 22.40 nell’ospedale di Lilla, dove era stato trasportato con l’elisoccorso. Mentre pedalava in bicicletta sul pavé della classica di primavera Goolaerts si è accasciato. Mancavano 125 km al traguardo.

È morto il ciclista Michael Goolaerts, colpito da infarto durante la Parigi-Roubaix

I medici gli avevano fatto un massaggio cardiaco ai margini della carreggiata, anche con l’aiuto di un defibrillatore. Subito sono rimbalzate notizie sulla gravità del malore. Il manager del team del corridore, Michiel Elijzen, in tv aveva parlato di «arresto cardiaco e perdita temporanea di coscienza». Goolaert era stato trasportato in elicottero all’ospedale di Lilla, il più vicino al luogo del malore e ritenuto il più adatto per il ricovero, nel reparto di rianimazione cerebrale.

 

 

A dare la notizia del decesso del ciclista, è stata, con un messaggio su Twitter, la sua squadra. «Goolaerts – si legge nel tweet della Veranda’s Willems-Crelan – è morto in conseguenza ad un arresto cardiaco, assistito dai familiari e da chi lo amava. A nulla sono valse le cure mediche alle quali è stato sottoposto». Intanto la Gendarmerie francese ha aperto un’inchiesta.

(Foto Zumapressa da archivio Ansa. Credito immagine: David Stockman / Belga via ZUMA Press)

TAG: Ciclismo