Velo islamico
|

Velo islamico vietato negli asili e nelle scuole in Austria

Il velo islamico sarà vietato negli asili e nelle scuole in Austria. Il governo guidato da Sebastian Kurz ha annunciato, attraverso le parole del ministro dell’Educazione Heinz Fassmann, l’introduzione del divieto delle coperture del capo per le bambine di religione islamica, che sarà contenuto in una legge per la difesa dei piccoli, come da espressione usata dall’esponente del governo nero-blu.

Velo islamico vietato negli asili e nelle scuole in Austria

Da fine 2017 l’Austria è governata da una coalizione formata dai popolari del cancelliere Sebastian Kurz e dalla destra nazionalista della FPÖ, alleata in Europa con Matteo Salvini e Marine Le Pen. La misura è considerata da molti puramente simbolica, visto che il divieto di velo islamico varrebbe solo per bambine di età inferiore ai 10 anni. Numeri precisi non ce ne sono, ma sono molto poche le giovanissime di religione islamica che indossano una copertura del capo così piccole. Anche il ministro Fassmann ha ammesso che si tratta di un divieto principalmente simbolico, voluto dai leader austriaci.

LEGGI ANCHE> CONSULTAZIONI AL QUIRINALE, NEL POMERIGGIO INCONTRO MATTARELLA-M5S | LIVE

Il vicecancelliere Strache, della destra nazionalista FPÖ aveva lanciato la proposta del divieto del veto islamico perché le bambine sotto i 10 anni devono essere protette e poter integrarsi e svilupparsi liberamente. Il cancelliere Kurz aveva confermato il sostegno alla proposta per garantire pari opportunità alle giovanissime, ed evitare la creazione di società parallele all’interno dell’Austria.

 

L’introduzione del divieto di velo islamico non è però scontata, alla luce dell’ordinamento federale austriaco, come spiega Kurier. La competenza sull’educazione è condivisa tra il governo centrale e i Bundesland, e di conseguenza per adottare la legge servirebbe il consenso dell’opposizione per superare la maggioranza dei 2/3 al Bundesrat. Secondo l’esecutivo di Kurz in realtà potrebbe bastare anche una legge approvata dal solo Nationalrat, la camera elettiva dell’Austria, per quanto riguarda il divieto nelle scuole elementari.

 

Foto copertina: ANSA/GIULIA MUIR /DC