Moschea di Padova, un italiano di 57 anni ha appiccato il fuoco

di Redazione | 06/03/2018

Moschea di Padova

La moschea di Padova è stata incendiata da un italiano di 57 anni. I carabinieri della città veneta hanno individuato l’autore del tentato rogo grazie a una significativa leggerezza commessa dal 57enne, che ha provato a incendiare il luogo di culto islamico mettendo a fuoco la sua tessera elettorale.

Moschea di Padova, un italiano di 57 anni ha appiccato il fuoco

Il nome scritto sul documento ha consentito di risolvere immediatamente il caso. Le telecamere di videosorveglianza hanno poi inquadrato l’autore del tentato rogo, permettendo di confermare l’identità già svelata dalla sua tessera elettorale. Secondo le prime notizie che arrivano da fonti investigative il rogo alla moschea di Padova non sarebbe motivato dall’islamofobia o dal razzismo, bensì da una futile lite tra vicini di casa.

LEGGI ANCHE > ROBERTO FIORE SFOTTE IL PD PER AVERLO DOPPIATO A CASALUCE, PROVINCIA DI CASERTA

Il 57enne veneto avrebbe deciso di vendicarsi, come spiega il Gazzettino,  con un tentato rogo alla moschea frequentata da una persona di religione islamica che abitava vicino a lui. Il luogo di preghiera musulmana La Saggezza è stato oggetto di un tentato rogo per ben due volte. Il secondo tentativo è andato a buon fine, e solo un rapido intervento dei carabinieri ha evitato la distruzione del locale.

Foto copertina: ANSA