gemelline siamesi
|

Uno straordinario intervento a Bergamo, separate gemelline siamesi di 6 mesi

È uno straordinario intervento chirurgico quello eseguito sette giorni fa, il 31 gennaio, all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove i medici, primo caso in Lombardia e tra i pochi in Italia, hanno separato due gemelline nate siamesi di sei mesi. Le piccole sono nate il 23 agosto scorso, alla fine dell’ottavo mese di gravidanza. Pesavano circa 4,6 chili.

Bergamo, separate gemelline siamesi: alla nascita condividevano parte di fegato e intestino

Alla nascita erano unite nella parte del corpo in cui corrono i dotto biliari e condividevano una piccola parte dell’intestino e del fegato. La delicata operazione è avvenuta dopo settimane di preparativi. Ne parla oggi il quotidiano L’Eco di Bergamo in un articolo a firma Claudia Mangili:

Mercoledì scorso, nella tarda mattinata, le piccole sono state portate in sala operatoria, all’interno – per l’ultima volta – della culla doppia preparata per loro l’estate scorsa. Poi, tre équipe multidisciplinari hanno iniziato il lungo intervento, durato fino a sera: verso le 19,30 le piccole erano separate.

Al termine della delicatissima operazione, le gemelline, figlie di una coppia residente in Lombardia, sono state trasferite in terapia intensiva, come ovvio per un intervento straordinario come quello che le ha viste protagoniste.

Il decorso post operatorio è stato seguito con la massima attenzione dagli specialisti del «Papa Giovanni» e a parte qualche linea di febbre – comparsa nei giorni successivi all’intervento, ma che non ha preoccupato più di tanto vista la portata dell’operazione chirurgica – tutto è andato per il verso giusto, tanto che – prima una, poi l’altra – sono state «stubate» (tornando così a respirare autonomamente) e a inizio settimana sono state portate nel reparto di Chirurgia pediatrica. Questa volta ciascuna nella propria culla. La prognosi resta comprensibilmente riservata, ma i medici sono ottimisti.

Considerando l’eccezionalità dell’intervento, nei pressi della sala operatoria l’ospedale ha allestito una saletta dove anche altri medici hanno potuto seguire in diretta tutte le fasi dell’intervento, destinato a restare nella storia della struttura. Mai, a memoria d’uomo, in Lombardia si era verificato un caso di gemelli siamesi.

(Foto generica di medici in sala operatoria. Fonte: archivio Ansa)

TAG: Bergamo