Mirian Trevisan
|

Miriana Trevisan è stata esclusa dall’appello di Dissenso Comune contro le molestie sessuali

Miriana Trevisan ha criticato l’appello di 124 attrici italiane contro le molestie sessuali intitolato Dissenso Comune. La showgirl ha rivelato in una intervista al Fatto Quotidiano di essere stata esclusa dalla redazione del manifesto, inviato come lettera firmata alle principali testate italiane. Miriana Trevisan è stata il volto più noto ad aver denunciato una presunta molestia sessuale subita in passato. La showgirl aveva rivelato in una intervista a Vanity Fair di essere stata molestata da un noto regista, Giuseppe Tornatore, nel periodo in cui aveva tentato di iniziare una carriera da attrice.

Miriana Trevisan è stata esclusa dall’appello di Dissenso Comune contro le molestie sessuali

Giuseppe Tornatore aveva smentito via stampa e in una intervista a Che tempo che fa la ricostruzione fatta da Miriana Trevisan. Nel colloquio con Silvia D’Onghia del Fatto Miriana Trevisan è particolarmente severa con l’appello delle 124 attrici, rimarcandone la debolezza: «Mi sembra un condono. vi controlliamo ma non facciamo niente, state tranquilli». La showgirl spiega di essere stata contattata per la redazione di Dissenso Comune da un’amica in comune che ha con Jasmine Trinca, una delle attrici più famose dell’elenco delle firmatarie dell’appello. Trevisan spiega al Fatto Quotidiano di esser stata esclusa dalla chat di WhatsApp grazie alla quale è stato composto il testo della lettera. Asia Argento aveva provato a farla inserire, ma la sua sollecitazione è stata respita. «L’ho trovata una cosa poco carina. Ma non capisco: sono una donna, dicono di aver subito anche loro quello che abbiamo subito noi. Quindi cosa ho di diverso, se non un dolore?…Jasmine (Trinca, ndA) mi ha detto: “Lascia perdere questa chat», dice al Fatto Quotidiano di oggi.

LEGGI ANCHE > LA MERAVIGLIOSA RISPOSTA DELLA MAMMA ARCOBALENO A GIORGIA MELONI CHE SI EMOZIONA PER LA FIGLIA IN DIRETTA TV

Miriana Trevisan rivela di aver provato a proporre alcune modifiche al testo di Dissenso Comune, ma i suoi cambiamenti non sono stati accolti, e neppure discussi nella chat dove il testo veniva composto. La showgirl condivide le critiche che anche Asia Argento ha fatto alla lettera, in particolare per la scelta di non far alcun nome dei presunti molestatori.

Foto copertina: ANSA combo