Carlo Sibilia ha rubato per il Movimento 5 Stelle una vignetta di Eneko

di Redazione | 24/01/2018

Carlo Sibilia

Carlo Sibilia ha pubblicato sul suo profilo Facebook una vignetta molto bella che grazie ai social media del Movimento 5 Stelle è diventata virale, collezionando decine di migliaia di condivisioni. L’opera di Carlo Sibilia però è rubata: il disegno appartiene infatti a un autore satirico spagnolo, Eneko, che l’aveva pubblicata nel maggio del 2015 sulla testata Diagonal, una rivista bisettimanale di approfondimento di ispirazione di sinistra  anticapitalista.

Carlo Sibilia

Carlo Sibilia ha rubato per il Movimento 5 Stelle una vignetta di Eneko

La vignetta rappresenta i cittadini che entrano all’improvviso in politica, rappresentata da un semicerchio che corrisponde all’emiciclo di un’aula parlamentare, e modificano la tradizionale contrapposizione tra partiti tradizionali. Il semicerchio diviso tra blu e rosso è ridotto grazie all’ingresso dei cittadini nella figura geometrica. Nella versione modificata da Carlo Sibilia sono state aggiunte le bandiere di Forza Italia e PD al blu e al rosso del semicerchio, a cui il deputato M5S ha aggiunto questa frase. «Questo è esattamente quello che sta succedendo. Cittadini onesti che si riprendono il Parlamento ed il paese.  Manca solo l’ultimo sforzo, uniti ce la faremo. Coraggio!».

Carlo Sibilia

Carlo Sibilia ha pubblicato ieri questa vignetta sul suo profilo Facebook, che poi è stata ripresa dall’account Facebook ufficiale del Movimento 5 Stelle.

Carlo Sibilia

 

Il M5S si è però appropriato di una opera non sua, visto che, come ha notato la giornalista del Fatto Quotidiano Gisella Ruccia, l’opera è stata disegnata da Eneko. La vignetta con i cittadini che entrano nel semicerchio blu e rosso della politica tradizionale è stata pubblicata nella primavera del 2015, per commentare le vittorie di Podemos nelle grandi città spagnole, che grazie ad accordi con locali liste civiche era riuscito a ottenere il controllo delle amministrazioni di Madrid e Barcellona, come spiega l’articolo del Diagonal dove si trova il disegno di Eneko. Il blu e il rosso non rappresentano Forza Italia e PD come nel disegno modificato da Carlo Sibilia, ma il PP e il PSOE. I colori scelti dal deputato M5S sono anche sbagliati: l’azzurro è quello di Forza Italia, mentre il PD non ha un vero colore che lo rappresenta. Oltre a questo errore, è scorretto rubare il lavoro altrui senza citarlo, anche perché davvero appare difficile paragonare i successi locali di Podemos, basati su alleanze locali  ispirate a valori progressisti, con il M5S che nega di essere di sinistra, come di destra.