«Il mio cane morirà con me», animalisti infuriati contro Alain Delon

di Redazione | 20/01/2018

alain delon

Animalisti contro Alain Delon. Infuriati. E tanto. Gli attivisti che difendono i diritti degli animali non hanno per nulla gradito una dichiarazione resa dall’82enne attore francese sui suoi amici a quattro zampe. Delon ha avuto nella sua vita circa 50 cani, fino a 14 contemporaneamente, e ben 35 sono stati sepolti nella sua tenuta a Douchy. Ora è legatissimo a Loubo, un pastore belga Malonis di tre anni. «Ho dato ordini precisi al mio veterinario», ha detto nel corso di un’intervista a Paris Match. «Quando verrà per me il momento della morte, dovrà fare una iniezione letale a Loubo affinché muoia anche lui fra le mie braccia. Preferisco così piuttosto che lasciarlo solo sapendo che soffrirà orribilmente. Saremo seppelliti vicini, io nella cappella che è già pronta e Loubo nel piccolo cimitero in cui sono già gli altri 35 cani che mi hanno accompagnato durante la mia vita». Quello di Delon è stato una sorta di testamento. ha detto di considerare il suo Loubo «cane di fine vita» e di amarlo «come un bambino». «Quello che so è che non lo lascerò solo», ha poi detto. «Se dovesse morire prima di me non ne prenderò altri».

Alain Delon: «Quando verrà il momento della mia morte, il mio cane morirà con me»

Le reazioni dure all’intervista  non si sono fatte attendere. «Per coerenza dovrebbe succedere lo stesso a parti invertite se muore prima il cane…», è un duro messaggio postato su Twitter dalla Lav (Lega Anti Vivisezione) di Modena. «E questo sarebbe amore? Ringraziamo Dio che non viviamo con lui, altrimenti rischieremmo la stessa fine», è un altro tra i messaggi più popolari sul social. Ma i commenti critici nei confronti dell’attore spuntano in tutte le bacheche social sulle quali è stata condivisa la notizia delle sue affermazioni. Si parla di «macabro capriccio» di Delon, o anche di megalomania. Qualcuno ha chiamato in causa Brigitte Bardot, nota animalista. «Diresti una parola al tuo amico che vuole sopprimere il cane per puro egoismo?». Non mancano le battute di chi non crede a una simile posizione: «Toglietegli lo champagne».

(Foto Dpa da archivio Ansa di Alain Delon con uno dei suoi cani. Credit: URSULA DUEREN/dpa)