|

Vladimir Luxuria liberata dopo l’arresto a Sochi per una bandiera arcobaleno

Vladimir Luxuria arrestata a Sochi con una bandiera gay. ”Sono a Sochi! Saluti con i colori della rainbow, alla faccia di Putin!”: Luxuria, in passato prima persona transgender ad essere eletta al parlamento di uno Stato europeo, annunciava così stamattina il suo sbarco ai Giochi di Sochi su Twitter, postando anche una sua foto all’ ingresso del parco olimpico con un ventaglio arcobaleno. ”L’obiettivo, naturalmente, e’ quello di protestare contro la legge omofoba di Putin, quella che vieta pretestuosamente la propaganda gay in presenza di minori”, spiegava al telefono all’ ANSA, mentre sta acquistando all’aeroporto di Sochi i biglietti per andare a vedere domani sera una partita di hockey, disciplina dove manca l’Italia. Subito dopo l’Agi batte però una notizia: Luxuria sarebbe stata arrestata con una bandiera gay.

 

– “Ho appena ricevuto una telefonata da Vladimir Luxuria. E’ stata arrestata dalla polizia a Sochi mentre assisteva alle Olimpiadi con una bandiera con la scritta in russo ‘Gay e’ ok'”. Lo rende noto Imma Battaglia, presidente onorario Di’ Gay Project. “L’atteggiamento degli agenti – riferisce Battaglia – e’ stato brutale e aggressivo. Nessuno parla inglese. Ora si trova da sola in una stanza con luci al neon sulla faccia, presumibilmente in stato di fermo. Chiediamo un intervento immediato del ministro Bonino”.

Luxuria, a quanto pare, era sbarcata nella città del Mar Nero con una troupe delle Iene per girare un servizio, molto probabilmente avente ad oggetto la legge anti-gay voluta dal governo russo. Le autorita’ locali non hanno ancora fornito notizie ufficiali sull’accaduto.Una foto di Vladimir Luxuria a Sochi pubblicata sul suo account Twitter:

vladimir luxuria arrestata sochi bandiera gay

Vladimir Luxuria arrestata a Sochi con una bandiera gay: la gallery

VLADIMIR LUXURIA ARRESTATA A SOCHI CON UNA BANDIERA GAY – “Ho appena ricevuto una telefonata da Vladimir Luxuria. É stata arrestata dalla polizia a Sochi mentre assisteva alle Olimpiadi con una bandiera con la scritta in russo ‘Gay è ok’. L’atteggiamento degli agenti é stato brutale e aggressivo. Nessuno parla inglese. Ora si trova da sola in una stanza con luci al neon sulla faccia, presumibilmente in stato di fermo. Chiediamo un intervento immediato del ministro Bonino”, dichiara Imma Battaglia, presidente onorario di ‘Gay Project’, a conferma della notizia battuta dall’Agi. L’Ansa conferma intorno alle 20 e 20:

“Vladimir Luxuria e’ stata fermata a Sochi mentre portava una bandiera arcobaleno con scritto in russo ‘e’ ok essere gay'”: lo ha reso noto Flavio Romani, presidente dell’Arcigay-Associazione Lgbt italiana, riferendo di aver ricevuto una telefonata dalla stessa Luxuria. Le autorita’ diplomatiche italiane dispiegate a Sochi stanno verificando ma per ora, secondo quanto appreso dall’ANSA, del fermo non risulta riscontro alle autorita’ consolari locali.

“Spero che la Bonino si attivi subito per il rilascio di Vladimir Luxuria arrestata a Sochi pochi minuti fa per avere esposto un cartello in favore dei diritti gay. L’arresto della ex parlamentare italiana mostra tutta l’ipocrisia di Putin e del suo regime. Il premier russo, infatti, aveva ripetuto che le persone LGBT erano benvenute a Sochi a patto di non fare “propaganda omosessuale” presso i bambini”, dichiara Sergio Lo giudice, senatore del Partito Democratico. “La debolezza della posizione italiana nei confronti della violazione dei diritti di gay, lesbiche e trans in Russia lasci il passo alla richiesta ferma di rilascio immediato dell’on.Luxuria”.

VLADIMIR LUXURIA E L’ARRESTO A SOCHI – Su Twitter l’account ufficiale di Emma Bonino fa sapere che la Farnesina si sta attivando:

Ovviamente, non può mancare l’ironia:

 

E c’è chi dice che Renzi è senza first lady:

vladimir luxuria fermata sochi bandiera arcobaleno

VLADIMIR LUXURIA A SOCHI SALUTA PUTIN – Ci andrà”come sono vestita ora: gonna lunga con strascico, orecchini, bracciali e ventaglio, tutto con i colori rainbow”. ”Sono un arcobaleno vivente, sono i colori della bandiera della mia squadra”, spiegava stamattina usando una metafora sportiva e riferendosi al viaggio a Sochi. E domani, prometteva, avrebbe portato al Bolshoi Ice Dom, dove ieri e oggi Putin ha seguito i match della squadra russa di hockey, anche la bandiera rainbow. ”Avrei voluto sventolarla durante una gara degli azzurri, ma non ho trovato biglietti”, sottolineava. ”La mia – osservava – è una provocazione contro una legge assurda, che usa il divieto della propaganda gay ovunque ci siano minori come pretesto per non parlare dell’omosessualità, nel pregiudizio che si possa trasmettere per il solo fatto di discuterne”.

IL VIAGGIO, LO SCOPO – ”E poi trovo inaccettabile l’equiparazione tra omosessualità e pedofilia, che non e’ un orientamento sessuale ma una aberrazione sessuale”, aggiungeva. Luxuria era arrivata a Sochi insieme ad alcuni amici ed era già andata al Mayak, il più noto locale gay di Sochi: ”mi conoscono anche lì, è un bel locale, si divertono”. Nel 2007 invece era stata Mosca come deputata di Rifondazione Comunista per protestare contro il divieto del gay pride e, insieme all’eurodeputato radicale Marco Cappato ed altri esponenti politici europei, era stata aggredita da gruppi di nazionalisti ed ultra ortodossi. ”Finora qui non ho avuto problemi, a parte all’aeroporto, per via di quella M (maschio, ndr) sul passaporto e del mio nome, Vladimir, che qui e’ associato a Putin ed e’ come San Gennaro da noi”, scherzava. ”Certo, non passo inosservata andando in giro qui per Sochi vestita così, temo che prima o poi mi fermino, ma sono qui per questo”, aggiungeva, poco prima di chiudere il telefono per l’arrivo di alcuni poliziotti. Poi richiamava: ”tutto a posto, mi hanno solo controllato i documenti, ci vediamo domani”.

VLADIMIR LUXURIA LIBERATA – Vladimir Luxuria, arrestata ieri sera a Sochi durante i Giochi invernali, e’ stata liberata nella notte. Lo annuncia Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center, che spiega di aver ricevuto un sms dalla stessa Luxuria: “sono stata liberata e domani assistero’ ai Giochi”. (ANSA). CN 17-FEB-14 00:30 NNNN

(ANSA)

La foto di copertina è di Mlon13.com