animalisti
|

Il video dei pescatori aggrediti dagli animalisti a Valsesia: «Tanti contro pochi, un atto già in partenza vigliacco»

L’associazione “La pesca in mare” denuncia sui social il blitz degli animalisti in provincia di Vercelli, lungo il fiume Sesia.

Ecco il post:

Queste persone non hanno il diritto di comportarsi così. Tanti contro pochi, un atto già in partenza vigliacco. Disturbano l’anziano di turno o il padre in compagnia del figlio. Eppure ogni giorno ci sono tanti atti nei nostri mari e fiume da condannare. Noi non abbiamo mai sentito parlare di animalisti contro i lipoveni, autori dell’accanito bracconaggio di cui parliamo da mesi. Noi non abbiamo mai sentito parlare di animalisti contro gli strascichi. Al contrario noi pescatori sportivi e ricreativi abbiamo difeso più volte i pesci e l’ambiente da questi e altri pericoli. Questi personaggi puntassero a combattere le vere battaglie.

 

guarda il video:

Il video degli animalisti che «bullizzano» un vecchio pescatore

ANIMALISTI CONTRO PESCATORI: IL VIDEO DEL BLITZ AL FIUME SESIA

L’aggressione è stata denunciata da un video. Le immagini riprendono una gara di pesca alla trota sulle rive del fiume Sesia, interrotta dall’intervento degli attivisti vegani di Meta (Movimento etico tutela animali e ambiente), che hanno iniziato a lanciare dei sassi nell’acqua per far scappare i pesci.
«Il Fronte Animalista e Meta hanno ottenuto un ottimo risultato alla gara di pesca alla trota in Quarona, ovvero, trote pescate zero», denunciano i militanti sui social.

PESCATORI VS ANIMALISTI
Risultato :
Gli attivisti di Fronte Animalista e META hanno ottenuto un ottimo risultato alla gara di pesca alla trota in Quarona (vc), ovvero, trote pescate ZERO !!!
I pescatori dopo aver minacciato e insultato inutilmente gli attivisti, hanno posato le canne a terra, per poi dopo una buna seduta di sensibilizzazione se né sono andati a casa…
Invece di uccidere dei poveri pesci, state un po’ di più a casa con vostra moglie…

Meta non è nuova a questo tipo di blitz. Valerio Vassallo, uno degli attivisti coinvolti, è stato protagonista di un assalto alla redazione di Radio 24, contro il conduttore della Zanzara Giuseppe Cruciani.