Chris Harper Mercer
|

Chris Harper Mercer, storia del killer dell’Umpqua Community College

Chi era davvero Chris Harper Mercer? Col passare delle ore iniziano ad emergere particolari sulla figura del ventiseienne che nella giornata di ieri ha ucciso 9 persone all’Umpqua Community College di Roseburg, in Oregon prima di morire dopo uno scontro a fuoco con la polizia. Veniva descritto come un appassionato di armi, “poco socievole” e “capace di sedere da solo in balcone in mezzo all’oscurità con pochissima luce”.

Chris Harper Mercer

CHRIS HARPER MERCER, NATO IN GRAN BRETAGNA DA PADRE BIANCO E MADRE AFROAMERICANA

Chris Harper Mercer era nato in Gran Bretagna da padre bianco e madre afroamericana. Trasferitosi negli Stati Uniti da piccolo con la famiglia, aveva vissuto a Torrance, nell’area di Los Angeles, in California, prima di trasferirsi in Oregon. Il giorno prima del massacro aveva invitato su 4Chan a non andare a scuola nel nord-ovest l’indomani mentre secondo la Cbs il giovane su un sito d’incontri aveva scritto che il suo hobby era quello di “uccidere gli zombi”, descrivendosi come un “repubblicano conservatore” non dedito a droghe e alcol e non amante delle religioni organizzate.

 

LEGGI ANCHE: Strage in Oregon, Obama: «Cambiare le leggi sulla vendita delle armi ma da solo non posso nulla»

CHRIS HARPER MERCER E LE SUE PAROLE SU VESTER FLANAGAN

Nelle ultime ore è spuntato anche un suo scritto relativo alla strage compiuta lo scorso agosto in Virginia da Vester Flanagan, il giornalista che uccise una reporter ed il suo cameraman, in cui scriveva che l’atto di uccidere regalava notorietà al killer: «Ho notato che così tante persone sono sole e sconosciute. Poi quando versano qualche goccia di sangue, il mondo intero sa chi sono. Un uomo sconosciuto a tutti diventa famoso. La sua faccia finisce ovunque sugli schermi, il suo nome corre sulle labbra di ogni abitante del pianeta. Tutto nel giro di un solo giorno. Sembra quasi che piu’ gente uccidi, più sei sotto i riflettori».

CHRIS HARPER E IL GIALLO DI 4CHAN

Non è invece ancora conclusa l’indagine sul post di 4chan apparso la sera prima della strage, in cui si invitavano gli utenti a non recarsi in scuole del nordest per via di una sparatoria imminente. Il post era anonimo ed è stato correlato dalla stessa utenza alla sparatoria in Oregon. Tuttavia un reporter di NBC avrebbe parlato con l’autore del post su 4chan, che quindi sarebbe ancora vivo e non sarebbe Chris Harper Mercer. Non è dato sapere come i reporter NBC abbiano verificato la reale identità dell’utente di 4chan.