|

Google Deep Dream: l’algoritmo che trasforma le tue foto in un sogno

Si chiama Google Deep Dream, e sta riversando nel web una cascata di immagini surreali e bellissime, che stanno affascinando gli utenti del web. Come questa, che da qualche giorno è diventata virale sul web tra dubbi e commenti di incredulità.

google deep dream
Click sull’immagine per ingrandire

GOOGLE DEEP DREAM: COS’È –

Google Deep Dream è un esperimento di intelligenza artificiale condotto dagli esperti di Big G.: il risultato è una serie di immagini interpretate e modificate dalla “rete neurale” di Mountain View. Come spiega il Telegraph, il software “DeepDream” si basa su un codice in grado di identificare nelle immagini alcuni pattern, come ad esempio i volti e di modificare l’immagine quel tanto che basta per “far emergere” quel pattern e renderlo visibile all’occhio umano, replicandolo all’infinito.

google deep dream
Click sull’immagine per ingrandire

Replicazione su replicazione, anche le fotografie che immortalano il soggetto più banale assumono un’aria decisamente psichedelica, astratta e – in alcuni casi – perfino grottesca.

Guarda le foto:

GOOGLE DEEP DREAM: A ME GLI OCCHI –

La maggior parte delle immagini modificate dall’intelligenza artificiale di Google presentano occhi di animali o volti umani: questo accade perché l’algoritmo di Google Deep Dream è “programmato” per imparare a riconoscere questi elementi nelle immagini che gli vengono sottoposte. E il risultato è molto “artistico” e decisamente affascinante. «Questa tecnica ci permette di capire e di vedere come le reti neurali sono in grado di svolgere classificazioni complesse, allargare l’architettura della rete e controllare quanto la rete stessa stia imparando – scrivono Alexander Mordvintsev, Christopher Olah e Mike Tyka, tre ingegneri che hanno lavorato a Google Deep Dream – Ci ricordano anche come le reti neurali possano diventare uno strumento per gli artisti, un nuovo modo per remixare i concept visivi e illuminare i processo creativo». E gli utenti apprezzano: una volta scaricato il codice di Google DeepDream si possono sottoporre all’algoritmo qualsiasi tipo di foto. Il risultato è una galleria fotografica coloratissima e lisergica che sta invadendo i social network.

 


(Photocredit copertina:  NasenSpray/Imgur)