|

Il nuovo virus di iPhone e iPad

Un virus minaccia iPhone e iPad. Per la prima volta un malware è riuscito a penetrare nel sistema operativo di iOS, ed è stato trasmesso via collegamenti Usb dei dispositivi mobili Apple con un Mac. La minaccia è stata scoperta da Palo Alto Networks, e al momento questo virus avrebbe colpito solo gli utenti cinesi, o asiatici, che hanno scaricato applicazioni per Mac in uno store non ufficiale, Maiyadi App Store.

IL VIRUS DI IPHONE E IPAD, WIRELURKER – I prodotti Apple sono considerati generalmente immuni dai virus. I sistemi operativi dei Mac così come di iPhone e iPad hanno costruito delle fortezze tecnologiche che offrono maggior sicurezza rispetto a Windows o Android. Un’azienda di sicurezza americana, Palo Alto Networks, ha però testimoniato come per la prima volta un virus sia riuscito a infettare i prodotti Apple. Il malware si chiama Wirelurker, e si incunea nei dispositivi mobili attraverso le applicazioni per Mac scaricate da uno store non ufficiale, Maiyadi App Store. Wirlurker riesce a infettare iPhone e iPad grazie all’installazione di queste applicazioni che avviene attraverso il collegamento Usb con il proprio Mac. Secondo la società di sicurezza informativa negli ultimi mesi le 467 applicazioni infette da questo virus sono state scaricate oltre 350 mila volte in Cina, ed è possibile che siano stati violati centinaia di migliaia di dispositivi mobili.

APPLE CONTRO IL VIRUS WIRELURKER – Una volta installato sui dispositivi mobili, Wirelurker ha la capacità di accedere ai dati sensibili quali messaggi, mail, e altre comunicazioni. Secondo Palo Alto Networks, che hadescritto Wirelurker come il più grande malware mai visto, non sono chiare le finalità di questo attacco informatico. Ryan Olson, direttore della società di sicurezza informatica, ha rimarcato:

Anche se è la prima volta che questo accade, si tratta di una dimostrazione per eventuali utenti malintenzionati, che vengono a conoscenza di un nuovo metodo per aggirare le dure protezioni che Apple ha costruito intorno ai dispositivi iOS.

Apple si è attiva per neutralizzare il virus, aggiornando in remoto il file di Xprotect.plist di OS X. Visto che il virus è presente solo su uno store non ufficiale in Cina, è molto difficile che possa aver contagiato dispositivi mobili occidentali.

Photo credit: LIONEL BONAVENTURE/AFP/Getty Images