|

Come prendere una laurea in Albania e vivere felici

La storia della laurea acquistata da Renzo Bossi a Tirana per 77mila euro a spese della Lega Nord negli ultimi mesi ha acceso i riflettori sul mercato dei titoli di studio in vendita in Albania e acquistati da cittadini italiani. Del caso si è occupata la trasmissione di Italiauno Lucignolo 2.0, che ha intervistato nella capitale albanese rettori, impiegati e nostri concittadini.

 

lucignolo laurea albania 1

 

INCHIESTA IN ALBANIA – L’ultimo allarme sulla vicenda dell’eemigrazione degli studenti e sul rischio di vero e proprio acquisto dei titoli di studio è stato lanciato, anzi, rilanciato, dal ministro degli Interni albanese Samjr Tahiri, che in un’intervista rilasciata a Radio 24 pochi giorni fa ha parlato di «studenti italiani che anche senza venir qua han preso il diploma». In particolare in Albania sarebbe stata avviata un’inchiesta su una decina di studenti stranieri, accusati di aver acquistato il titolo di studio senza aver mai seguito lezioni. Tra loro anche Renzo Bossi, figlio del Senatur della Lega Nord Umberto.

 

lucignolo laurea albania 2

 

30 UNIVERSITÀ A TIRANA – Ma il fenomeno sarebbe in realtà di ben più grandi proporzioni. Sarebbero centinaia infatti i cittadini italiani che ogni anno attraversano l’Adriatico per diventare medici, infermieri o dentisti e circa 30 le università presenti solo a Tirana. La prima università, spiega il servizio di Lucignolo, spunta ad appena 2 chilometri dall’aeroporto della capitale. Gli ingressi alle strutture, verifica la troupe di Italiauno, sono attentamente controllati, ma a telecamere nascoste non è difficile trovare persone che ammettono l’esistenza di un vero e proprio commercio dei titoli di studio. «Se paghi puoi ottenere tutto», rivela una ragazza. Anche la laurea? «Sì, certo», esclama.

 

lucignolo laurea albania 3

 

STUDENTI ITALIANI EMIGRATI – Una volta entrati all’interno dell’università Kristal, la stessa dove ha conseguito la laurea Bossi jr, un’impiegata che non vuole essere ripresa indica all’inviato di Italiauno, mensa, aule, caffetteria, teatro. Tutto sembra perfetto. Se non fosse che mancano gli studenti. Tra i pochi presenti non è difficile trovare cittadini italiani. E loro, a telecamere rigorosamente abbassate, spiegano che cercano in Albania quello che non sono riusciti ad ottenere in Italia. «Qui non ho fatto nessun test, mi sono semplicemente iscritto e frequento qui le lezioni. Voglio mantenere la cosa riservata», racconta uno di loro. Un altro rivela: «Sto cercando di prendermi questa benedetta laurea che è stata sempre una mia aspirazione, però purtroppo l’Italia non me l’ha mai concessa». Secondo il nostro concittadino ci sarebbe una chiara spiegazione alla fuga di studenti verso l’estero: «Non ci possono essere 2mila iscritti per 25 posti». E ancora: «Ma non se le guardano le università in Italia? Ma quanti scandali ci sono stati? Solo per una piccola laurea che ha preso qui Bossi… Ha i soldi! Se lo poteva permettere e se l’è fatta!».

 

lucignolo laurea albania 4

 

COSTI ABBASSATI – Poi, alle telecamere di Lucignolo 2.0, parla il rettore, Leontiev Cuci: «Per studiare in Italia, qual è il costo? Per un infermiere… diciamo 10mila, 12mila euro? Qui si scende a 5 o 6 (mila, nda). È la metà. E facciamo anche degli sconti». Infine Mirton Resuli, giornalista del settimanale Fenix, spiega che non tutte le università di Tirana sono scadenti. «Alcune sono molto buone. Ma qualcuna nasce perfino come autoscuola».

 

lucignolo laurea albania 5

(Credit immagini: Lucignolo 2.0 / Italiauno / Mediaset)