In Giappone ai ragazzi “farlo” fa schifo

Più di un terzo dei giovani sotto i 20 anni afferma di avere poco interesse per il sesso. Perfino di...

Più di un terzo dei giovani sotto i 20 anni afferma di avere poco interesse per il sesso. Perfino di esserne disgustati.

Troppo impegnati con i videogames? O forse semplicemente schivi e asociali. Fatto sta che una ricerca del Governo giapponese condotta su 1540 giovani, ha rivelato che il numero dei disinteressati al sesso è in crescita. E dato allarmante per la demografia, le coppie sposate hanno sempre meno rapporti sessuali, con gravi ripercussioni sulle nuove nascite.

GIOVANI GIAPPONESI DISINTERESSATI O AVVERSI AL SESSO – Circa il 36% dei ragazzi e il 58,5% delle ragazze tra i 16 e i 19 anni dichiarano di essere “non interessati” o “avversi” ai rapporti sessuali. Il disinteresse per il sesso, tuttavia, tende ad aumentare in tutte le fasce d’età, tranne che tra gli uomini di età compresa tra 30-34 anni, tra i quali solo il 5,8% trascura il sesso; e sono anche in diminuzione rispetto a due anni prima (8,2%) . Per quanto concerne le ragazze invece, solo tra i 25 e i 29 anni il dato tende a migliorare, trattandosi solo di un terzo tra esse a trascurare il sesso.
Secondo gli esperti, la scelta verso una vita solitaria è dovuta alla preoccupazione per il proprio futuro. Dunque i giovani preferiscono dedicarsi solo allo studio o alla carriera professionale.

IN DIMINUZIONE ANCHE I RAPPORTI TRA COPPIE SPOSATE – Nelle coppie, quasi il 41% non ha avuto rapporti sessuali nel mese precedente. Le persone interessate giustificano questa mancanza di relazioni intime con il fatto che dopo la nascita di un bambino: non c’è nessuna ragione per fare sesso (20,9%), non hanno alcun desiderio (21% ), sono stanchi a causa del lavoro (16,1%), o perché ci sono cose più piacevoli da fare. Lo studio mostra anche che le donne giapponesi non esitano a ricorrere all’aborto “perché non sono sposate”, “per ragioni economiche”, o perché “non vedono un futuro insieme al padre del nascituro”.
Ciò ovviamente ha ripercussioni gravi sul tasso di natalità del Giappone. L’invecchiamento della popolazione ogni anno si aggiunge alla spesa sociale, in un paese dove il debito pubblico è arrivato al 200% del prodotto interno lordo (PIL). La media di figlio per coppia è oggi a 1,3, lontano dalla cifra utile per la riproduzione di una popolazione: 2,1.
Chissà cosa ne pensa di tutto ciò Shigeo Tokuda, 76enne instancabile attore porno. Avrà esclamato: “Ah, questi giovani d’oggi!”