La nuova gaffe di Trump: definisce il presidente ucraino come «il nuovo presidente della Russia»

di Gaia Mellone | 29/10/2019

La nuova gaffe di Trump: definisce il presidente ucraino come «il nuovo presidente della Russia»
  • Donald Trump annuncia che renderà pubblica la conversazione con il presidente ucraino

  • La telefonata è al centro dello scandalo che potrebbe portare all'impeachment

  • Il tycoon parlando con i giornalisti parla di Volodymyr Zelensky come del «nuovo presidente russo»

Nel tentativo di far desistere la minaccia di impeachment, Donald Trump ha dichiarato che rilascerà la trascrizione della sua telefonata con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Garantendo che lui è assolutamente d’accordo però commette una gaffe che avrà fatto alzare il sopracciglio a Vladimir Putin: ha infatti detto che il presidente ucraino è «il nuovo presidente russo».

La nuova gaffe di Trump: definisce il presidente ucraino come «il nuovo presidente della Russia»

LEGGI ANCHE> Trump vuole costruire un muro tra Colorado e Messico (ma il Colorado non confina con il Messico)

Che la geografia non sia proprio il suo forte Donald Trump l’ha dimostrato più volte: tra le gaffe più recenti quella sul percorso del tornado Dorian, poi del muro al confine del Colorado. Anche con i presidenti commette qualche errore, come per esempio quando ha più volte storpiato il nome presidente del consiglio italiano Giuseppe Conte in “Giuseppi”. Ora le gaffe sembrano intrecciarsi. Annunciando ai giornalisti che rilascerà la trascrizione vera della sua telefonata con Volodymyr Zelensky, insistendo quindi che le parole riportate dal whistleblower che ha innescato lo scandalo e poi da Adam Schiff di fronte al congresso siano «completamente inventate», ha definito il presidente ucraino come «un brav’uomo», ma ha anche detto che è russo. Non un russo qualsiasi ma «il nuovo presidente russo».

(Credits immagine di copertina: sx Volodymyr Zelensky © Serg Glovny/ZUMA Wire; dx Donald Trump: © Yuri Gripas/CNP via ZUMA Wire)