Merlino corregge Meloni su Slovenia/Slovacchia e lei dice: «Sì, vabbè, comunque»

Si parlava di Recovery Fund, ma le coordinate geografiche non erano proprio corrette

21/11/2020 di Redazione

Slovenia-Slovacchia

Giorgia Meloni confonde Slovenia-Slovacchia in diretta a L’Aria Che Tira, trovando davanti a sé una preparatissima Myrta Merlino che la corregge in corsa, non mancando di sollevar qualche perplessità nella leader di Fratelli d’Italia sulla quale, però, a quel punto non infierisce più.

LEGGI ANCHE > Giorgia Meloni prova a giustificare la sua gaffe, ma la toppa è peggio del buco

Myrta Merlino corregge la Meloni su Slovenia-Slovacchia

Ma cosa stava succedendo a L’Aria che Tira e perché il video di Giorgia Meloni è diventato virale? Innanzitutto, il contesto: Giorgia Meloni stava parlando del Ricoveri Fund e dell’accordo che sembra essere particolarmente difficoltoso tra i Paesi della UE, soprattutto in seguito all’opposizione di parte del blocco di Visegrad. Ungheria e Polonia – guidati da due governi sovranisti – continuano a fare blocco sul fatto di accettare lo stato di diritto come condizione per l’accesso ai fondi del Next Generation EU previsti con la prossima approvazione del bilancio settennale dell’Unione Europea.

Negli ultimi giorni – dopo che nel marzo il colore politico del governo sloveno è cambiato, con l’ascesa di Janez Jansa al ruolo di primo ministro (il Partito Democratico sloveno è un movimento di centrodestra che agisce all’interno del PPE) – anche la Slovenia si è aggiunta ai due Paesi di Visegrad nella loro opposizione alla decisione dell’Unione Europea.

Slovenia-Slovacchia, le cose sono molto diverse tra loro

Appunto, la Slovenia. Per Giorgia Meloni, invece, era stata la Slovacchia a condividere le posizioni di Ungheria e Polonia (la confusione, oltre alla quasi omonimia, può essere dettata dal fatto che anche in Slovacchia è cambiato da poco il governo, guidato da una coalizione di centro-destra). Un aspetto che era stato fatto notare da Myrta Merlino e che Giorgia Meloni ha accolto così: «No, no. Sì. Vabbè, comunque». Una serie di espressioni di raccordo che le hanno permesso di continuare il suo ragionamento come se niente fosse accaduto.

Confondere due Stati diversi non è mai una cosa molto efficace dal punto di vista comunicativo, anche perché – nelle pieghe del ragionamento – ciò potrebbe portare a uno slittamento del discorso: Slovenia e Slovacchia hanno realtà diverse che meritano un racconto a sé. A quel punto, Myrta Merlino – vista la confusione di Giorgia Meloni – avrebbe dovuto prendere atto del fatto che la leader di Fratelli d’Italia non era più in grado di poter comunicare efficacemente su questo argomento.

Share this article