Giuseppe Conte ‘licenzia’ il Commissario alla Sanità calabrese

La nota da Palazzo Chigi dopo quanto mandato in onda venerdì sera da Titolo V, su Rai3

07/11/2020 di Enzo Boldi

Saverio Cotticelli

La figura poco edificante – non solo per lui, ma per tutti i cittadini calabresi – di cui si è reso protagonista Saverio Cotticelli è arrivata a bussare alle porte di Palazzo Chigi. Il Commissario alla Sanità in Calabria, interrogato da un giornalista di ‘Titolo V’ – trasmissione andata in onda venerdì sera su Rai3 – non ha saputo fornire risposte sulla situazione ospedaliera e delle terapie intensive sul territorio, non ha avviato un bando e non era a conoscenza né dei numeri attuali e, a malapena, di quanti posti letto fossero attualmente attivi (un numero di gran lunga inferiore rispetto a quanto disposto a livello di governo centrale). E ora Giuseppe Conte ha annunciato la sua decisione in merito.

LEGGI ANCHE > La Lega capisce che Zingaretti vuole entrarvi in casa (ma ha solo spiegato l’importanza della sanificazione)

«Il commissario per la Sanità in Calabria Saverio Cotticelli va sostituito con effetto immediato – si legge nella nota diffusa da Palazzo Chigi e firmata dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte -. Anche se il processo di nomina del nuovo commissario prevede un percorso molto articolato, voglio firmare il decreto già nelle prossime ore: i calabresi meritano subito un nuovo commissario pienamente capace di affrontare la complessa e impegnativa sfida della sanità».

Saverio Cotticelli sollevato dal suo incarico di Commissario alla Sanità calabrese

Il Commissario alla Sanità in Calabria, dunque, a breve sarà un ex commissario. Giuseppe Conte ha comunicato che già nelle prossime ore sarà firmato il decreto per sollevare Saverio Cotticelli dal suo incarico per poi procedere a una nuovo nomina. Il tutto grazie all’intervista andata in onda a Titolo V.

La bocciatura arriva anche da Nicola Morra

«Essere stati ai vertici dell’Arma dei Carabinieri non significa necessariamente esser capaci di risolvere problemi gravi e annosi. C’è bisogno di dare un segnale forte. La Calabria lo merita. L’era del commissariamento Cotticelli si deve considerare conclusa», ha commentato il Presidente della Commissione antimafia Nicola Morra.

(foto di copertina: da Titolo V, Rai3)

Share this article