È stato chiuso il profilo Twitter del professore di Siena che inneggiava a Hitler

di Enzo Boldi | 02/01/2020

Professor Castrucci

La richiesta era stata avanzata nei giorni scorsi dalla Procura di Siena. Poi il gip l’aveva rigettata, ma il tribunale del riesame ha dato torno al giudice per l’udienza preliminare. E questa mattina, almeno da quanto annunciato dallo stesso protagonista di questa vicenda, il profilo Twitter del professor Castrucci è stato chiuso (anche se risulta ancora accessibile, per il momento). Per fare un breve riassunto: si tratta del docente dell’Università di Siena finito al centro delle polemiche per via di un tweet che inneggiava ad Adolf Hitler.

LEGGI ANCHE > Il gip non ordinerà il sequestro del profilo del prof di Siena che difendeva Hitler

Anzi, ormai ex-professore dell’Università di Siena. Il docente, infatti, era stato sospeso dall’attività didattica proprio dopo la denuncia di quel tweet (preceduto da altri) con tanto di foto di Adolf Hitler e del suo cane. Il tutto accompagnato da una frase: «Vi hanno detto che sono stato un mostro per non farvi sapere che ho combattuto contro i veri mostri che oggi vi governano dominando il mondo». Quanto basta? No, perché già in precedenza il professor Castrucci aveva palesato pensieri antisemiti sempre su Twitter.

L’account chiuso del professor Castrucci

Oggi, dopo un tira e molla fatto di richieste della Procura, pareri avversi del gip e decisione del Tribunale del Riesame, ecco arrivare la chiusura (probabilmente una sospensione) dell’account Twitter del professor Castrucci, che dà un ultimo saluto social ai suoi follower.

Il profilo è ancora attivo

Si tratta di un annuncio che anticipa la chiusura ufficiale del profilo. Qualche fan interroga il professor Castruccii chiedendo se si sia trattato di una scelta autonoma o decisa da altri. Lui si è limitato a rispondere: «Autorità». E oltre alla sospensione social, il tribunale del Riesame ha anche disposto che l’inchiesta sia spostata da Siena (dove insegnava fino a qualche settimana fa) a La Spezia, suo comune di residenza.

(foto di copertina: da profilo Twitter di Emanuele Castrucci)

TAG: nazismo