No a Sanremo 2020 per Monica Bellucci, chiesta squalifica di Junior Cally

di Thomas Cardinali | 20/01/2020

Dopo il no a Sanremo 2020 di Salmo ne arriva uno ancor più grave, infatti la splendida Monica Bellucci ha rinunciato a partecipare al Festival della Canzone italiana come co-conduttrice di una serata come annunciato da Amadeus in conferenza stampa. Il no a Sanremo 2020 di Monica Bellucci non sembra però da imputare alle polemiche sessiste che hanno travolto il direttore artistico dopo le infelici frasi su Francesca Sofia Novello, almeno secondo il suo comunicato stampa:

Il signor Amadeus e io ci siamo incontrati mesi fa ipotizzando un progetto insieme” ha fatto sapere Monica Bellucci attraverso il suo ufficio stampa, “purtroppo per cause maggiori non siamo riusciti nel nostro fine. Auguro un bel festival a lui e al suo team e spero in un’altra possibilità nel futuro”.

Il Festival della Canzone Italiana sta decisamente perdendo i pezzi, dato che quello di Monica Bellucci è il secondo no a Sanremo 2020 pronunciato in poche ore dopo quello di Salmo. Intanto un’altra polemica molto forte riguarda Junior Cally, scelto in gara tra i big e sotto la lente di ingrandimento per i testi presenti in alcune sue canzoni. Dopo le critiche di Matteo Salvini e altri esponenti politici la richiesta di escluderlo dalla gara arriva addirittura dal presidente della Rai Marcello Foa:

La sua scelta eticamente è inaccettabile e ne chiedo l’eliminazione. Invito il direttore artistico  Amadeus a riportare il festival in una giusta dimensione”.

Anche Michelle Hunziker attacca, ma Fiorello scherza “Diamo la pena di morte”

Sanremo 2020 Michelle Hunziker
Sanremo 2020 Michelle Hunziker

Il rapper sarà davvero squalificato? Intanto non si placano le accuse di sessismo contro Amadeus continuano da ogni dove, visto che anche Michelle Hunziker lo ha rimproverato in un video diffuso sui suoi social network:

Sarebbe stato veramente bello vedere che un appuntamento mediatico così importante come il festival di Sanremo avesse una particolare sensibilità per questo tema. E invece no. Cioè, quello che dovrebbe essere naturale, per chi ha in mano il festival della canzone italiana, non lo è. E proprio nel 70esimo compleanno del festival di Sanremo non hanno prestato attenzione e sensibilità verso un tema così importante: il nostro futuro. Anche perché certe parole, dette con superficialità, possono diventare pesanti come macigni, soprattutto se dette in una conferenza stampa davanti a tutto il Paese”.

Tanti no a Sanremo 2020 e al suo conduttore Amadeus dunque, anche se dalla sua parte c’è l’amico di sempre Rosario Fiorello che lo accompagnerà tutte le sere e che ha sdrammatizzato con un divertente video. Il popolare showman ha infatti indossato una sorta di cappuccio con la sciarpa e ha simulato di avercela con Amadeus invitando a “Punirlo con la pena di morte, è il più cattivo d’Italia”.

Intanto tra no a Sanremo 2020 di grandi ospiti e polemiche anche attorno alla selezione dei big si prospetta un’edizione particolarmente bollente.