Aggredirono il figlio di Simona Ventura e Bettarini: condanne tra i 5 e i 9 anni

di Redazione | 18/01/2019

Niccolò Bettarini
  • Il figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini è stato aggredito il 1° luglio

  • Si è celebrato il processo con il rito abbreviato

  • Pene tra i 5 e i 9 anni per tutti gli imputati

Ecco le condanne. Il giudice per l’udienza preliminare di Milano Guido Salvini ha deciso di applicare il pugno di ferro con gli aggressori di Niccolò Bettarini, il figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini. Il ragazzo era stato ferito con un coltello e preso a pugni e calci davanti alla discoteca Old Fashion di Milano.

LEGGI ANCHE > Niccolò Bettarini, il primo post dopo l’aggressione: «Mi hanno salvato i miei amici»

Niccolò Bettarini, le condanne agli aggressori

Davide Caddeo, il 29enne che aveva utilizzato il coltello per scagliarsi contro lo stesso Bettarini, è stato condannato a 9 anni di reclusione; Alessandro Ferzoco, Andi Arapi e Albano Jakej, rispettivamente a 5 anni e 6 mesi, 5 anni e 6 anni e mezzo. A questi ultimi, il giudice ha deciso di riconoscere le attenuanti generiche, perché non erano a conoscenza che il loro compagno fosse in possesso di un coltello.

Il reato contestato, dunque, è quello di tentato omicidio. Le indagini, infatti, si sono mosse sin dai primi tempi – dopo il 1° luglio, giorno dell’aggressione – nei confronti dei ragazzi che hanno frequentato l’Old Fashion in questa direzione. Il giudice per l’udienza preliminare ha preso la sua decisione, dal momento che gli avvocati difensori degli imputati avevano scelto di essere giudicati attraverso il rito abbreviato.

Le richieste dei magistrati e di Bettarini

Il giudice, inoltre, ha stabilito in 200mila euro la cifra di risarcimento danni da corrispondere a Niccolò Bettarini. Il figlio di Simona Ventura e Stefano Bettarini aveva chiesto 500mila euro. I magistrati, inizialmente, avevano chiesto 10 anni per tutti gli imputati.